E’ nata La Sinistra per Assisi

Piano Regolatore Parte Operativa, approvato ad Assisi

E’ nata La Sinistra per Assisi
Parteciperà alle elezioni amministrative del 2016 con un suo progetto autonomo per il governo della città. L’esperienza locale della coalizione di centrosinistra è ormai esaurita.

Nei giorni scorsi si è tenuta l’assemblea pubblica della Sinistra per Assisi e sono state discusse e poi approvate alcune prime scelte di politica locale e nazionale. Si è ribadito che è assolutamente prioritario tenere insieme due obiettivi principali: partecipare alle elezioni amministrative del 2016 e allo stesso tempo contribuire anche a livello locale alla nascita e alla costruzione in Italia di un nuovo partito della Sinistra.
Un percorso obbligato e aperto a tutti quei cittadini che intendono contrastare le politiche nazionali del governo Renzi e localmente costruire una alternativa credibile a venti anni di indecente governo della destra.
La crisi economica e sociale che interessa l’intero Paese non sta certamente risparmiando Assisi ma al contrario sta producendo anche in questo territorio allarmanti fenomeni di forte sofferenza individuale e collettiva. Anche quì il tema del lavoro è centrale: in tutti i settori produttivi, dalla piccola e media industria al mondo delle partite Iva, la questione di una ripresa non farlocca della crescita e quindi dell’occupazione è il vero nodo da affrontare e risolvere.
Aumentano nel frattempo nuove forme di povertà e disperazione impensabili fino a pochi anni fa. La politica dell’austerità e i continui tagli allo stato sociale stanno creando una situazione insostenibile per larga parte della popolazione.
In questa situazione la Sinistra per Assisi ritiene ormai esaurita a livello locale l’esperienza della coalizione di centrosinistra che pure alle ultime elezioni amministrative avevamo fortemente contribuito a costruire. Nella legislatura ancora in corso abbiamo potuto verificare una totale impossibilità di coordinamento tra le forze politiche che ne facevano parte e l’incapacità di proporre, anche a livello strettamente comunale, proposte e soluzioni realmente in controtendenza rispetto alla destra che governa la città e alle scelte neoliberiste dei governi centrali.
Sono quindi necessari forti e decisi segnali di discontinuità. In questo senso la Sinistra per Assisi intende avanzare una proposta per il  governo della città con un suo progetto autonomo: un programma concreto ed innovativo, costruito insieme ai cittadini, una sua candidata o candidato a sindaco, tempi brevi e certi per fare tutte le scelte necessarie.
Per quanto riguarda il tema della costruzione di una eventuale nuova coalizione è del tutto scontato un no deciso a qualunque alleanza con pezzi di destra che si stanno riciclando e con i populismi di qualunque matrice. Siamo invece interessati a confrontarci e a trovare punti di convergenza programmatica con le esperienze di civismo e associazionismo cittadino presenti nel comune.
Nel corso dell’assemblea è stato eletto all’unanimità un coordinamento provvisorio, aperto ovviamente al contributo di tutte le altre persone che vorranno impegnarsi in questo progetto per Assisi, e che al momento è composto da Francesca Speziali, Patrizia Lanfaloni, Moreno Sdringola, Giovan Battista Frontera, Alessandro Comi, Francesco Di Lascia, Marco Renzini.
Entro fine anno verrà approntata una prima bozza di priorità programmatiche per avviare, subito dopo, una campagna di ascolto, confronto e condivisione con i cittadini di Assisi.

E’ nata

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*