Enciclica Papa Bergoglio, grande entusiasmo dei Frati di Assisi

Papa Bergoglio presenterà, il 18 di giugno 2015, la seconda enciclica  e questo ha generato una grande ed entusiastico fermento  nella comunità francescana del Sacro Convento di Assisi.  Si tratta della seconda di Papa Francesco,  “Laudato si”, sulla cura della casa comune”. “La prima volta nella storia che un pontefice utilizza le parole di San Francesco per un documento ufficiale come questo” ha sottolineato padre Enzo Fortunato. Nella biblioteca del Sacro Convento e” tra l”altro conservata la versione originale del Cantico delle creature. “Nelle parole di questo testo che e” la prima opera della letteratura poetica volgare – afferma ancora padre Fortunato, rispondendo all”ANSA – ritroviamo l”alfa e l”omega dell”esistenza umana in relazione al rapporto con l”ambiente. Perche” Francesco definisce la terra sorella e madre, mettendo in luce la responsabilita” dell”uomo e e un forte senso di appartenenza, mentre tutte le altre figure vengono definite o fratello o sorella. Nel Cantico, il Poverello di Assisi da” poi scacco matto alla morte. La chiama infatti sorella in una societa” in cui tutti ne avevano invece timore. Dal Cantico emerge non un riduttivo richiamo panteista ma tutto rimanda a Dio e ne porta a significazione”. Secondo padre Fortunato, direttore della sala stampa del Sacro Convento e della Rivista San Francesco, dopo la proclamazione del santo a “cultore dell”ecologia deve essere chiaro che la pace e il pacifismo hanno tronco e sorgente in Francesco e questo e” Cristo”. In occasione della presentazione dell”enciclica del Papa, la Rivista San Francesco uscira” con un numero speciale con una tiratura di 150 mila copie. Con gli interventi di importanti esperti, del custode del Sacro Convento, padre Mauro Gambetti, e del ministro dell”Ambiente Gian Luca Galletti. Da oltre dieci anni, poi, la comunita” francescana propone il meeting Nostra madre Terra, mentre a settembre e” in programma un nuovo appuntamento con il Cortile di Francesco.

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*