Frana Ivancich, sindaco e comitato sollecitano lavori

Il Sindaco Claudio Ricci, interprete delle “giuste sollecitazioni del comitato cittadino” Frana Ivancich (referente Riccardo Sannella), ha inviato, nel pomeriggio odierno, una “lettera perentoria” per chiedere ai soggetti responsabili (Presidenza Consiglio dei Ministri, Commissario di Governo per i dissesti idrogeologici, Provveditorato Umbria Toscana e Regione Umbria) la “immediata convocazione” della riunione per la firma della convenzione necessaria per la riapertura del cantiere (secondo stralcio lavori, realizzazione dei dreni di captazione dell’acqua).

Dopo un lungo cammino (ma il termine esatto sarebbe “calvario”) ora, preso atto della immediata disponibilità di 2.5 Milioni di Euro (più altri 2 Milioni di Euro in itinere), rimane da “definire e firmare” il protocollo d’intesa fra istituzioni per far ripartire il cantiere visto che é già individuata (con appalto) l’impresa.

Rivolgendo una “ampio ringraziamento” – cita il Sindaco Claudio Ricci – al Commissario di Governo, e alle altre istituzioni, per l’attività operativa svolta ora serve una “rapida soluzioni” che risolva un problema molto sentito per gli oltre 2.000 residenti nel versante in frana (zona Est Assisi) e per i servizi pubblici presenti Scuole e Ospedale (foto, una delle proteste).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*