Giornata della Memoria, la storia unica ed esemplare di Assisi e del tedesco “buono”

ASSISI Visite ai luoghi della memoria, al Museo “Assisi 1943-1944”, iniziative culturali con musiche e letture dedicate al tema e la proiezione del documentario sul colonnello tedesco Valentin Müller che, senza tradire la divisa, fu determinante per la salvezza degli ebrei nascosti in Assisi. E’ ricco anche quest’anno il programma per la Giornata della Memoria, organizzato dall’amministrazione comunale, dalla Diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, dall’Opera Casa Papa Giovanni che ha realizzato il Museo della Memoria “Assisi 1943-1944”, dall’Associazione Italia-Israele e dall’Ufficio scolastico regionale. Una serie di appuntamenti e di iniziative di diverso livello e spessore per far conoscere, soprattutto ai giovani, la storia unica ed esemplare di Assisi, dove nella seconda guerra mondiale approdarono migliaia di sfollati, anche ebrei che trovarono ospitalità e aiuto in Vescovado, nei monasteri e negli istituti religiosi, oltre che in case private.

La prima iniziativa è in programma per sabato 24 gennaio alle ore 15 con la visita ai luoghi della Memoria: il Vescovado dove monsignor Domenico Sorrentino mostrerà gli spazi dove il suo predecessore monsignor Giuseppe Placido Nicolini nascose gli ebrei e i loro oggetti. Da lì ci si sposterà prima al monastero francese di Santa Colette e poi alle Suore Stimmatine dove operò suor Ermella Brandi, riconosciuta “Giusta fra le Nazioni” dallo Yad Vashem. Altro appuntamento che si ripete dopo l’ottima riuscita dell’anno scorso è quello di domenica 25 gennaio alle ore 18 nella Sala della Spogliazione del Curia vescovile e si intitola: “Shoah: musiche e letture” a cura di Assisincato Chorus.

Attraverso alcune esecuzioni musicali da parte del coro diretto dal Maestro Lucio Sambuco e la lettura di brani attinenti alle persecuzioni razziali si vuole diffondere un messaggio di speranza e di non violenza, partendo appunto dall’esperienza di Assisi. Lunedì 26 gennaio invece, dalle ore 11, ci sarà la possibilità per studenti e cittadini di partecipare alle visite guidate al “Museo della Memoria, Assisi 1943-1944”, allestito nella Pinacoteca comunale di Palazzo Vallemani. L’esposizione di Assisi, ideata e curata da Marina Rosati, è senz’altro unica per struttura e contenuti perché non è un mausoleo, né un Giardino dei Giusti ma un percorso storico-didattico in italiano e inglese con testi, foto e documenti inediti che, raccontando la storia di coloro che operano per la salvezza degli ebrei, diffonde e promuove il messaggio positivo dell’accoglienza francescana in quegli anni.

Nella giornata della Memoria, martedì 27 gennaio, nella sala della Conciliazione del palazzo comunale alle ore 16,30 è in programma la proiezione del documentario dal titolo: “Uomo della provvidenza, il colonello Valentin Müller e la salvezza di Assisi durante la seconda guerra mondiale”, realizzato dal pronipote del militare scomparso che ha raccolto testimonianze e documenti sull’esperienza del bisnonno in Assisi. L’ultimo evento in calendario è fissato per il 6 marzo alle ore 11,30 in occasione della Giornata europea dei Giusti. Nel cortile del Vescovado verrà simbolicamente inaugurato “Il Giardino dei Giusti” di Assisi che entrerà a far parte ufficialmente della Foresta dei Giusti di Gabriele Nissim.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*