Giovanili di scacchi, scuole italiane hanno cominciato la sfida, il pugile Clemente Russo porta i saluti

CLEMENTE-RUSSO-FOTO-MICHELE BENDA (2)

Il campione olimpico dei pesi massimi, Clemente Russo, ha visita questa mattina agli studenti scacchisti impegganti nel campionati giovanili studenteschi di scacchi. Da ieri, infatti, oltre 1300 ragazzi provenienti da tutta Italia si stanno sfidando alle finali nazionali dei Campionati Giovanili Studenteschi di scacchi. La sede scelta è quella del recentissimo PalaEventi di Assisi che per l’occasione ospiterà le 250 squadre di studenti.

Alberghi sold out e sfide avvincenti sulle 64 caselle saranno il tratto comune della quattro giorni sportiva, un evento che ha saputo accogliere grandi sponsor e atleti da ogni parte d’Italia.

L’organizzazione a firma Accademia Internazionale di Scacchi si occuperà di gestire e coordinare gli otto tornei che costituiscono questa grande kermesse scacchistica e che secondo il suo Amministratore Delegato, il Grande Maestro di scacchi Roberto Mogranzini, segnerà un record per lo sport in Umbria e per l’ondata turistica ad esso correlata.

Grandissima la macchina organizzativa, che da un anno vede coinvolte le maggiori istituzioni locali, prime fra tutte il Comune e il Centro Internazionale Studi sul Turismo di Assisi, che hanno ampiamente appoggiato la candidatura dell’Accademia Internazionale di Scacchi per portare un evento di tale portata in Umbria. Nelle parole dell’Assessore Serena Morosi si capisce a chiare lettere la stima che tutta l’amministrazione comunale ha per l’evento la cui valenza è molteplice: dalla promozione dello sport al coinvolgimento delle scuole italiane, che si sono mobilitate per visitare la città della pace. Ed è proprio riagganciandosi all’aspetto promozionale della manifestazione che il presidente del CST, Matteo Fortunati, si è detto ampiamente soddisfatto; gli alberghi pieni e le strade di S.Maria degli Angeli ed Assisi piene di giovani turisti sono linfa vitale per il settore terziario fortemente penalizzato negli ultimi anni ed eventi simili possono diventare un modo per mantenere costanti i flussi turistici.

Alla cerimonia di apertura dei giochi interverranno le rappresentative federali dello scacchismo italiano, gli amministratori locali, il presidente del CONI e l’Avv. Matteo Fortunati- presidente del CST, oltre agli sponsor dell’evento.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*