Con il “Grest” i giovani protagonisti a San Rufino

ASSISI – Si è concluso nei giorni scorsi presso l’oratorio Regina Pacis di San Rufino il Grest che ha visto 60 ragazzi dalla 1a elementare alla 3a media, ogni giorno dalle 14.30 alle 18, impegnati per circa 20 giorni, in un cammino ricreativo di giochi, laboratori, canti ma anche di momenti di riflessione, ascolto e preghiera, guidati da 15 giovanissimi educatori dell’unità pastorale San Rufino-Viole, alcuni alla prima esperienza e altri che ormai da anni dedicano anche il loro tempo estivo ai più piccoli. Don Carlo Cecconi che è stato il coordinatore dell’iniziativa ha concluso l’evento con la celebrazione della messa a cui hanno partecipato tutti, anche i genitori.

Presente il parroco e priore della cattedrale don Cesare Provenzi che, come ogni anno, ha sostenuto l’iniziativa instancabile nell’offrire spazi ed energie ai giovani. Poi ancora giochi che hanno visto impegnati genitori e figli e un piccolo buffet finale preparato dalle mamme.

Commento unanime da parte di bambini e genitori alla fine di questa esperienzaa: “Il Grest? Tutto bello, tanto bello che è durato troppo poco”. Rilevante la testimonianza rilasciata da alcuni animatori. Per Matteo tre le parole per definire il Grest: “bello, organizzato e responsabile”. Francesco e Loris da otto anni animatori Grest hanno posto l’accento sulla varietà delle attività che hanno coinvolto tutti, in particolare le uscite in piscina, sul Subasio, al Trasimeno etc. e poi la visita e l’incontro con il vescovo della diocesi di Assisi monsignor Domenico Sorrentino. In tutta la diocesi sono partite e in programma moltissime iniziative per i ragazzi con campi-scuola anche fuori regione, uscite e diverse attività per coinvolgerli sempre di più e renderli protagonisti della vita della proprio parrocchia.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*