Hashish e sigarette di contrabbando, arrestato napoletano a Petrignano di Assisi

Carabinieri sgominano Banda Gratta e Vinci
Maggiore Marco Sivori

Hashish e sigarette di contrabbando, arrestato napoletano ad Assisi

ASSISI – Stava rientrando da Napoli ed é stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Assisi per detenzione ai fini di spaccio di 80 grammi di “fumo”. Nella giornata di ieri pomeriggio un uomo di origini campane è stato fermato dai Carabinieri di fronte alla Stazione Ferroviaria di Santa Maria degli Angeli, nel corso dell’ordinaria attività di prevenzione svolta anche dagli equipaggi in borghese.

Da subito un insospettabile di mezza età, originario di Napoli ma residente da oltre venticinque anni nella frazione di Petrignano di Assisi, durante il controllo operato dalle Forze dell’Ordine ha evidenziato un inspiegabile nervosismo tentando maldestramente di disfarsi di un involucro di cellophane prontamente recuperato dai militari e contenente due grammi circa di hashish.

In virtù dei precedenti penali dell’uomo i Carabinieri dell’Arma assisana hanno pensato bene di approfondire il controllo estendo la perquisizione anche allo zaino che il 55enne aveva con sé.  All’interno di un calzino occultato a sua volta dentro una scarpa, i militari hanno rinvenuto 80 grammi di hashish pronti ad essere smerciati e venticinque pacchetti di sigarette prive del marchio del Monopolio di Stato. A casa i Carabinieri hanno rinvenuto anche il coltello ancora sporco di stupefacente usato per tagliare i panetti di hashish ed un bilancino di precisione.

Con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio è finito in manette e sottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in attesa di essere sentito dall’Autorità Giudiziaria sulle cause che ne hanno determinato l’arresto.  Il rito per direttissima è previsto per stamattina a Perugia: di fronte al Giudice l’uomo dovrà giustificare il possesso della droga e delle sigarette di contrabbando.

L’attività di contrasto intrapresa dai militari coordinati dal Maggiore Marco Sivori ha visto negli ultimi giorni l’attuazione di una serie di dispositivi di controllo alla circolazione stradale finalizzati a prevenire condotte illecite da parte degli automobilisti. Tre le patenti di guida ritirate ed altrettante le persone deferite alle competenti Autorità giudiziarie e amministrative per guida in stato di ebbrezza. I tassi alcolemici registrati, ci fanno sapere, sono risultati abbondantemente oltre al limite massimo consentito. Nel corso dei controlli due giovani sono stati inoltre denunciati per avere portato al di fuori delle proprie abitazioni  un “manganello telescopico” ed un coltello a serramanico lungo circa 20 centimetri. I due dovranno rispondere entrambi del reato di porto di strumenti od oggetti atti ad offendere.

Hashish e sigarette

 

[mappress mapid=”3″]
Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*