“I luoghi del cuore”, in Umbria al primo posto della classifica provvisoria

Sono passati poco più di due mesi dall’inizio della 7ª edizione de “I Luoghi del Cuore” e i risultati finora raggiunti sono indice di come il censimento organizzato dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo venga sempre più percepito come un’opportunità concreta per dare tutela e visibilità a luoghi amati, siano essi parchi, chiese, spiagge, palazzi, mulini, borghi, castelli.

“Tifa per l’Italia che ami. Vota il tuo luogo del cuore”: questo lo slogan con il quale è stata lanciata l’iniziativa e mai come in questa edizione l’invito del FAI è stato accolto con entusiasmo, passione, fiducia e anche un po’ di sano agonismo – gli stessi sentimenti che spesso vengono associati al tifo sportivo. Oltre 150.000 voti già raccolti, fra segnalazioni online e firme cartacee, per più di 9.000 differenti “luoghi del cuore”, indicati nella maggior parte dei casi per la necessità di valorizzazione, l’urgenza di azioni di tutela, situazioni di grave degrado, o semplicemente per la bellezza e per le emozioni che suscitano.

Tra i dati più sorprendenti di questi primi due mesi una menzione va ai tantissimi gruppi e alle associazioni spontanee di cittadini che si stanno mobilitando per raccogliere voti a favore delle realtà territoriali a loro più care. Finora già 150 comitati – in alcuni casi sostenuti dalle Delegazioni locali del FAI – si sono registrati sul sito www.iluoghidelcuore.it. Un vero e proprio “gioco di squadra” perché, come è noto, l’unione fa la forza e questo è ancor più vero quando in palio c’è un premio ambito: accendere i riflettori sul proprio “luogo del cuore” portandolo all’attenzione nazionale e, per i primi tre classificati, un intervento diretto sulla base di specifici progetti d’azione. Inoltre, i luoghi che riceveranno più di mille voti potranno presentare una richiesta per un intervento da parte di FAI e Intesa Sanpaolo, secondo le linee guida diffuse nel 2015 dopo l’annuncio dei risultati, sulla base delle quali verranno poi selezionati i beneficiari.

A oggi ecco il luogo umbro al primo posto della classifica provvisoria:

In testa alla classifica provvisoria dei luoghi più votati in Umbria, la Chiesa di Santa Maria della Consolazione a Todi (PG) è un vero gioiello per la città e il suo territorio, esempio di arte rinascimentale fra i più belli e importanti della regione, ma che necessita di adeguata tutela e salvaguardia. Nelle forme riecheggia il progetto bramantesco a pianta centrale per la basilica di San Pietro a Roma, la pianta a croce greca è sovrastata da una grande cupola, mentre l’interno si presenta sobrio, equilibrato ed elegante. L’attaccamento della comunità di Todi nei confronti del monumento è testimoniata dalla ricorrenza annuale dell’8 settembre, la festa di Santa Maria della Consolazione, alla quale partecipano migliaia di persone di tutta l’Umbria. Un progetto di parziale restauro delle coperture è già stato avviato e l’intervento dovrebbe concludersi nell’estate del 2015, mentre si cercano ancora i finanziamenti per il restauro della cupola centrale.

Quest’anno, in occasione dell’imminente appuntamento di Expo Milano 2015, il censimento ha rivolto una particolare attenzione ai luoghi legati al tema “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. È stata infatti attivata sul sito www.iluoghidelcuore.it una speciale classifica dedicata ai luoghi della produzione e della trasformazione alimentare – pascoli, vigneti, uliveti, mulini, caseifici, malghe, etc. – che permetterà al luogo più votato, a prescindere dalla posizione in classifica generale, di beneficiare di un intervento diretto da parte di FAI e Intesa Sanpaolo, per un progetto da concordare. A guidarla per ora un bene friulano: Villa Cernazai Pontoni a Premariacco-Ipplis (UD), una grande tenuta agricola per lo più coltivata a vigna e prato, dotata anche di vaste cantine, che oggi versa in cattive condizioni di conservazione.

In più nel mese di agosto, con l’obiettivo di diffondere il messaggio de “I Luoghi del Cuore” e con l’intento di coinvolgere in maniera divertente e giocosa un pubblico sempre più vasto, FAI e Intesa Sanpaolo lanceranno il gioco #IOTIFOPER. Una gara che premierà le fotografie che meglio esprimono il tifo per il proprio Luogo del Cuore, a cui tutti potranno partecipare attraverso l’APP dedicata al censimento. Si ringrazia Boscolo Hotels per i premi offerti.

C’è tempo fino al 30 novembre per votare il proprio “luogo del cuore”: un’occasione unica per esprimere il proprio amore per l’Italia e condividerlo con chi riconosce nelle bellezze del nostro Paese la propria identità.

La partecipazione collettiva al bene comune è un principio che il FAI condivide pienamente con Intesa Sanpaolo, vicina alla Fondazione dal 2004, un interlocutore attento e sensibile che – attraverso le 4.100 filiali del Gruppo in tutto il Paese – dà un contributo capillare e decisivo all’affascinante progetto di restituire agli italiani alcuni dei luoghi votati.

Il censimento è realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE AL CENSIMENTO
fino al 30 novembre 2014
– Sul sito www.iluoghidelcuore.it
– APP “I Luoghi del Cuore” disponibile per Android e IOS
– Compilando la cartolina presente nei Beni e nelle Delegazioni FAI e presso le 4.100 filiali del Gruppo Intesa Sanpaolo

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*