Il Rotary ricorda l’assisano Mario Bellini, soldato, avvocato e scrittore

Da Rotary Club Assisi
Continua il viaggio del Rotary Club di Assisi sulle tracce della storia della Città Serafica nel Novecento. Dopo il successo del convegno sulla Seconda Guerra Mondiale ad Assisi, il presidente Nicolangelo D’Acunto annuncia un incontro di alto livello scientifico e culturale sulla figura di Mario Bellini (1921-1988), che si terrà sabato 23 maggio (Sala della Conciliazione, ore 17).

Personaggio ben noto nella sua città, Bellini fu avvocato illustre e presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati e Procuratori di Perugia dal 1964 al 1977. Schierato sul fronte russo durante il secondo conflitto mondiale come ufficiale d’artiglieria, era stato decorato con medaglia d’argento e medaglia di bronzo al valor militare. Narrò le sue memorie di guerra con limpida precisione nel volume “L’aurora ad Occidente. Una testimonianza diretta sulla tragica lotta dei soldati dell’ARMIR”, pubblicato da Bompiani nel 1984.

Il libro gli è valso un posto di primo piano nella memorialistica sulla ritirata di Russia accanto a scrittori come Rigoni Stern, Bedeschi ed Eugenio Corti. Con quest’ultimo, uno dei massimi romanzieri dell’Italia del Novecento (il suo Cavallo Rosso è giunto alla 24a edizione ed è tradotto in molte lingue), Bellini condivise l’esperienza bellica e una lunga amicizia.

Proprio su questo tema interverrà all’incontro del Rotary la massima studiosa di Eugenio Corti, Paola Scaglione, docente, giornalista e saggista. Dell’attività forense di Bellini parlerà invece l’avvocato Franco Coppi, emerito di diritto penale alla Sapienza di Roma e balzato all’onore delle cronache come protagonista di processi famosi. Toccherà poi a mons. Vittorio Peri, vicario della Diocesi di Assisi, tracciare un profilo spirituale e ideale di Bellini.

Concluderà l’incontro un momento musicale con il quartetto d’archi diretto dal maestro Paolo Franceschini. “Con questa iniziativa – secondo il presidente D’Acunto – il Rotary vuole richiamare l’attenzione su un assisano illustre, protagonista e lucido testimone di stagioni difficili della storia italiana”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*