La mobilità sociale, cos’è e perché è auspicabile, se ne parlerà ad Assisi

ASSISI – Cos’è la mobilità sociale? Perché è auspicabile per una società più efficiente? L’istruzione funziona come  canale di mobilità in Italia come in Europa? Queste alcune delle domande a cui si cercherà di rispondere nel corso della Tavola rotonda di martedì 9 giugno, alle 16,30, presso l’Aula Magna dell’Istituto Marco  Polo, incontro aperta alla cittadinanza, ma destinato in particolare  al mondo della scuola. Se è vero che alti livelli di istruzione sono associati ad alti livelli di mobilità sociale è vero anche che oggi questo legame non appare così ovvio:  l’incontro rappresenta un’occasione di confronto su un tema strategico in un  piano d’azione di lungo termine finalizzato a  raggiungere lo scopo: una società più equa, dove il contributo di ognuno sia legato solo al merito personale.

L’idea dell’approfondimento nasce dall’ottimo risultato conseguito da due alunni dell’Istituto Marco Polo  Ruggero Bonghi, Florina Chirila e Alessio Tramponi,  nella partecipazione al Concorso EconoMia, promosso dalla AEEE-Italia (Associazione Europea per l’Educazione Economica)  in collaborazione con il MIUR, concorso collegato al Festival dell’economia di Trento che si è tenuto la scorsa settimana. Il dibattito, introdotto dal Dirigente scolastico , Prof. Carlo Menichini,   partirà dalle relazioni di esperti del settore dell’Università di Perugia, il prof. Roberto Segatori, del Dipartimento di Scienze Politiche e il prof.  Cristiano Perugini, del Dipartimento di Economia e si avvarrà dell’intervento di Stefano Ansideri, Presidente dell’Ordine dei Consulenti del lavoro di Perugia.

istruzione e mobilità

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*