Liliana Cavani è cittadina onoraria di Assisi

Liliana Cavani è cittadina onoraria di Assisi
Foto di Claudia Maria Travicelli

Liliana Cavani è cittadina onoraria di Assisi

Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato, davanti ad un folto pubblico di cittadini, dal sindaco facente funzione Antonio Lunghi e dal Consiglio Comunale “quale atto di riconoscenza per aver raccontato al pubblico internazionale la storia di San Francesco”, con tre film realizzati, in epoche diverse, sulla vita del Poverello di Assisi.

“San Francesco – ha detto la Cavani nel corso dell’incontro pubblico con il Consiglio Comunale ed i cittadini – è un personaggio attuale, mai antico, quasi contemporaneo.

Quando realizzai il primo film, Francesco poteva benissimo rappresentare i sessantottini e la generazione di Woodstock. L’idea di cambiare se stesso, di scegliere il proprio futuro, era una scelta avanti. Nel Santo di Assisi c’è una bellezza che si potrebbe addirittura pensare di realizzare un quarto film sulla sua vicenda”.

La Cavani è la regista della storia e delle storie. I suoi film sul Santo di Assisi sono giunti in momenti cruciali del nostro tempo: il primo dopo il Concilio Vaticano II. Il secondo con l’avvento di Giovanni Paolo II e le sue aperture agli ultimi. L’ultimo è legato a Francesco, il Papa venuto dall’altra parte del mondo.

La regista emiliana si trova ad Assisi quale protagonista della XXXIV edizione di Primo Piano sull’autore, la tradizionale rassegna, dedicata ogni anno ad un personaggio della cultura cinematografica italiana, che domani vivrà la sua giornata conclusiva con un programma ricco di eventi.

Alle ore 10, alla Sala della Conciliazione del Comune, si terrà il convegno Il cinema nel web e nei social network fino alla rivoluzione di Netflix, dedicato agli scenari futuri del cinema e alle nuove tendenze della comunicazione cinematografica alla presenza dei direttori dei maggiori siti internet tematici.

«Lo sbarco di Netflix – ha detto il direttore artistico della Rassegna Franco Mariotti – ed il rilievo che hanno assunto nel cinema, il web e i new media, ci hanno spinto ad ideare un evento nuovo, capace di muoversi nel solco ormai consolidato della rassegna ma che fosse anche in grado di guardare al futuro del cinema italiano».

Alle ore 12, la premiazione dei film vincitori della rassegna collaterale “Dove va il cinema italiano? Oltre la commedia, le nuove proposte”: Ananke di Claudio Romano e La mezza stagione di Danilo Caputo

Alle 15 Cavani sarà la protagonista del convegno “Liliana Cavani. Santi e peccatori al di là del bene e del male”, con storici, critici, attori, produttori e sceneggiatori che con lei hanno collaborato nella sua carriera.

Infine, alle ore 21, la consegna dei premi Domenico Meccoli – ScriverediCinema assegnati quest’anno a:
Premio alla Carriera: Alessandra Levantesi;
Critico cinematografico: Federico Pontiggia;
Giornalista o critico televisivo: Stefano Masi (Rai);
Giornalista Cinematografico: Stefania Ulivi;
Giornalista o critico radiofonico: Luca Pellegrini (Radio Vaticana);
Quotidiano o Periodico specializzato: Bianco e nero;
Quotidiano o Periodico non specializzato: MicroMega;
Magazine on-line di cinema: Diari di Cineclub;
Libro sul Cinema di Autore Italiano: “Antropocinema. La saga dell’uomo attraverso i film di genere”, di Andrea Guglielmino (Golem Libri) e “Esordi italiani”, a cura di Pedro Armocida (Marsilio);
E-book sul cinema: “Invito al cinema. Le origini del manifesto cinematografico italiano (1895-1930)”, di Roberto Della Torre ed. EDUCatt Università Cattolica;
Premio speciale della giuria: Laura Delli Colli.

Liliana Cavani

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*