Messo in sicurezza ordigno bellico trovato a Petrignano, sarà fatto esplodere altrove [Foto]

Messo in sicurezza ordigno bellico trovato a Petrignano, sarà fatto esplodere altrove

Messo in sicurezza ordigno bellico trovato a Petrignano, sarà fatto esplodere altrove

L’ordigno bellico risalente alla Seconda Guerra Mondiale trovato ieri pomeriggio nella zona industriale di Petrignano, tra la Colussi e la Verniciatura Eugeni, è stato messo in sicurezza dal un nucleo CMD (Conventional Munition Disposal – Bonifica di munizionamento Convenzionale) del Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore di Bologna dell’Esercito Italiano, al seguito del colonnello Marco Silenzi, in concorso alla prefettura di Perugia, disposto dal Comando Forze Operative Nord di Padova deputato alla gestione dei concorsi militari in tempo di pace nell’area centro-settentrionale della penisola.

Seguirà il despolettamento che avverrà dopo una riunione del comitato sicurezza in prefettura che stabilirà le modalità di trasferimento, il giorno e il luogo del brillamento.

Sul luogo questa mattina sono arrivati gli agenti del commissariato di Assisi, al seguito del vicecommissario Roberto Roscioli, i carabinieri di Santa Maria degli Angeli, guidati dal capitano Vittorio Iervolino delle compagnia comando di Assisi e il reparto prevenzioni crimine, la polizia locale e carabinieri di primo intervento del comando provinciale di Perugia. Sul posto il sindaco di Assisi, Stefania Proietti, il vicesindaco Walter Stoppini e un’ambulanza della Croce Rossa.

La bomba di circa 500 libbre (per la precisione: AN-M 64 GP USA da 500 lbs armata di spoletta di naso AN-M 103 e spoletta di coda AN-M 101, entrambe armate e non in sicura) è stata trovata durante gli scavi condotti nella zona industriale di Petrignano, tra la Colussi e la Verniciatura Eugeni. L’allarme è stato lanciato nel pomeriggio di martedì, 16 aprile 2024, intorno alle 15, da Umbra acque.

Come misura precauzionale, quattro nuclei familiari sono stati allontanati dalle loro abitazioni, così come i lavoratori della Verniciatura Eugeni. La sicurezza delle persone è una priorità e si stanno prendendo tutte le precauzioni necessarie per garantire la loro incolumità durante l’operazione di disinnesco.


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*