Migliore civiltà dei proprietari dei cani…

da Francesco Morini
A proposito della pupù e pipì del vostro cane: SENTITE COME SI PRONUNCIA LA CASSAZIONE IN MERITO”
Se avete un cane farete bene a leggere con attenzione le prossime righe. Da oggi infatti dovrete pulire anche la pipì che il vostro amico a quattro zampe fa per strada.Se non lo fate rischiate di essere condannati per ‘imbrattamento’.

Siete padroni di un cane? Bene: da oggi dovete pulire anche la pipì che il vostro amico a quattro zampe fa per strada.

Il rischio è quello di essere condannati per ‘imbrattamento’. “Il cane ha fatto pipì sulle macchine in sosta o sulla parete esterna di un palazzo, infatti, il padrone deve ripulire subito la deiezione con dell’acqua, per ridurre il più possibile il rischio che siano lordati beni altrui”.

E’ quanto afferma la Corte di Cassazione che ha dettato le regole per chi porta a spasso il proprio animale domestico.

A delineare questi nuovi scenari un’assoluzione da reato di ‘imbrattamento’ ricevuta in appello. Il proprietario, di un cane dopo la condanna in primo grado, è stato assolto perché “aveva l’abitudine di uscire con la scorta d’acqua”.

Questo dettaglio spiega la Cassazione nella sentenza 7082, “dimostra che l’imputato si era preoccupato di minimizzare i danni”.

LC (in foto escrementi non ripuliti sul Sagrato della Basilica di Santa Maria degli Angeli – Assisi)

Francesco Morini

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*