Morto Carlo Angeletti, il ricordo del Movimento per Mignani

Morto Carlo Angeletti, il ricordo del Movimento per Mignani
Foto da Facebook

Morto Carlo Angeletti, il ricordo del Movimento per Mignani
La cosa che più mi ha colpito e fatto riflettere in questi giorni è stata una frase detta tra amici: “e adesso chi farà tutte le cose che faceva lui”

É difficile esprimere ciò che si prova quando persone come Carlo Angeletti ci lasciano. Carletto, ci ha abituato bene. Ogni sua iniziativa, ogni suo consiglio, ogni sua battuta erano lo stimolo per creare confronto. Un confronto per costruire un’Assisi più bella, un’Assisi migliore. Il suo trascinante entusiasmo per la città ci ha permesso di stare tranquilli, comunque ci avrebbe pensato lui.

La cosa che più mi ha colpito e fatto riflettere in questi giorni è stata una frase detta tra amici: “e adesso chi farà tutte le cose che faceva lui”.

Allora mi sono immaginato Carlo che ci guardava con il suo sorriso bonario ma un po’ rattristato e pensava: allora non avete capito niente?. Credo che la provocazione più grande l’abbia lanciata proprio ora, speriamo di essere in grado di raccoglierla e fare in modo che la sua grande capacità propositiva sia la nostra. Personalmente mi mancheranno le sue battute e le risate per i vicoli durante le prove delle scene del Calendimaggio, i suoi progetti su come migliorare la città, la sua disponibilità e generosità nella realizzazione di eventi. Ora sta a tutti noi fare in modo che il suo insegnamento non vada perduto.

Un pensiero ed un abbraccio ad Antonietta, Giulio e Fulvia, a loro la promessa di esserci quando necessario. Ciao Carlo, gli uomini come te hanno un posto privilegiato lassù, salutaci tutti gli “assisani” che incontrerai e brontolate pure se quaggiù le cose non vanno.

Mauro Baglioni, coordinatore Movimento per Mignani Sindaco.

Carlo

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*