Movimento per Mignani Sindaco a rapporto con la montagna

Movimento per Mignani Sindaco a rapporto con la montagna
Francesco Mignani sottolinea il fatto che ad un Piano regionale per i territori montani importante, si coniuga la grande opportunità di un settennato europeo, pieno di attenzioni per territori ad alto valore comunitario come quelli a dimensione e carattere rurale.

da Luca Panichi, Claudio Brunacci, Valentina Patacca (Movimento per Mignani Sindaco)

In una serata infrasettimanale ideata dal Movimento per Mignani Sindaco, presso il Ristorante “ Da Giovannino”, un luogo rinomato che accoglie i turisti nell’Assisi che si espande verso Gualdo Tadino, si è parlato dei destini e delle prospettive del territorio montano assisiate.

Ad onorare una interessante e ben partecipata discussione, Franca Mariani, autrice del libro “Nel piatto? Il sole, la luna e le stelle. Gnomo ti invito a cena”. Attraverso la brillante ed emotiva esposizione dell’autrice, si è preso spunto per richiamare i caratteri profondi e di benessere collettivo di un ambiente che può essere vissuto in pieno nelle sue bellezze naturali.

Luoghi come il Castello di Postigliano, ad esempio, potrebbero e dovrebbero essere riattivati verso il sole e le stelle, tanto è il fascino del luogo.

Francesco Mignani sottolinea il fatto che ad un Piano regionale per i territori montani importante, si coniuga la grande opportunità di un settennato europeo, pieno di attenzioni per territori ad alto valore comunitario come quelli a dimensione e carattere rurale.

Esistono bandi per la ristrutturazione di edifici e per la formazione del capitale umano mirato a valorizzare la realtà montana, ma l’idea strategica, sottolineata dal coordinatore del Movimento Mauro Baglioni, è quella di favorire una sorta di network di filiera montano: dalla rete di Consorzi cultural-turistici, di attività esistenti o da riattivare, alla definizione di “pacchetti turistici emozionali”, mettendo in stretto collegamento realtà montana e centro urbano, con una migliore viabilità e un forte richiamo al prodotto locale.

In un dialogo molto efficace, avvertito e orizzontale fra i presenti alla discussione, stimolati nell’esposizione dal medesimo Francesco Mignani, è emerso come si possa ridar vita ad un patrimonio rurale e montano assisiate tuttora frammentato e poco valorizzato: migliorare gli aspetti organizzativi territoriali a supporto delle realtà produttive e di accoglienza, suscitando un nuovo e autentico protagonismo degli attori esistenti e di quelli a venire, con l’uso anche delle nuove tecnologie e di nuove forme di promozione sociale e turistica, sempre nell’ottica del rispetto dell’ambiente naturalistico.

Obiettivi e programmi da scrivere insieme, nei territori, con le persone e con il Movimento per Mignani Sindaco.

Movimento

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*