Musica lirica protagonista a San Rufino

Dopo il successo del Concerto di musica classica dell’Orchestra dell’Opera di Parma, la cattedrale di San Rufino torna a farsi splendida cornice per il secondo dei cinque grandi concerti proposti dalla Rassegna internazionale di musica e cultura Assisifestival, organizzata da Comune di Assisi e Confcommercio di Assisi da un’idea dell’associazione Round Table. L’appuntamento è per sabato prossimo, 2 agosto, alle ore 21:00, con il Concerto di musica lirica a cura della compagnia “La Zarzuela”.

Composta dai soprani Susie Georgiadis e Federica Balucani, dal tenore Thomas Vacchi e dal baritono Domingo Stasi, la compagnia proporrà una selezione di brani per un viaggio suggestivo tra le più famose e indimenticabili melodie della musica lirica e popolare.

Nella prima parte del concerto, accompagnati dall’orchestra diretta dal maestro Andrea Bicego, gli artisti si esibiranno in un repertorio che ripercorre la storia dell’opera classica, con celebri arie tratte dalla Carmen, dalla Tosca, da La Vedova Allegra, dalla Giuditta ed altre grandi opere. Nella seconda parte, invece, la compagnia proporrà una vasta selezione di brani popolari che hanno fatto la storia della musica italiana, come “Torna a Surriento”, “Voglio vivere così”, “Caruso” e “Nessun dorma”.

Il concerto di musica lirica sarà preceduto, alle ore 18:00, sempre sul sagrato di San Rufino, dal concerto della formazione portoghese “Violinos Do Moderno”, diretti da Ines Saraiva, che si esibirà su musiche di Brahms, Vivaldi, Bach, Handel, Schumann e Bartok. L’evento è ospitato dalla rassegna Assisifestival nell’ambito del Festival internazionale dei cori e delle orchestre giovanili “United Artist for Perugia 2019″ organizzato da Comune di Perugia e Associazione giovanile musicale A.gi.mus, in collaborazione con l’Università per stranieri di Perugia.

Tutti gli eventi della rassegna Assisifestival sono ad ingresso libero e gratuito, con posti a sedere fino ad esaurimento. Il programma completo della manifestazione è su www.assisifestival.it.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*