Natale ad Assisi pieno di visitatori, il video mapping che illumina la piazza

Immersa tra luci artistiche e presepi da tutto il mondo

Natale ad Assisi, arriva la Befana, ancora tanti appuntamenti

Natale ad Assisi pieno di visitatori, il video mapping che illumina la piazza

ASSISI – Un tripudio di luci, colori, presepi, profumi, ma soprattutto di visitatori. Ad Assisi, da oggi, l’atmosfera delle Feste si respira più che mai. E in maniera emozionale, a partire dall’omaggio alla Natività, che vede protagonisti quasi una ventina di presepi, tra il centro e le frazioni, provenienti da tutto il mondo. Un Natale a misura di grandi e piccoli, intervenuti in tantissimi all’appuntamento di inaugurazione, in cui a farla da padrone sono il coreografico e suggestivo gioco di luci, ottenuto da 40 videoproiettori ed una cabina di regia mai utilizzata fino ad oggi in Umbria, creato dalle istallazioni artistiche proiettate sulle facciate dei palazzi e dei monumenti, e la Casa “teatro” di Babbo Natale al Metastasio.

Assisi ha dunque, quest’anno, sfoderato tutte le carte per candidarsi a diventare la meta preferita del turismo nazionale ed internazionale durante le Feste. “Vedere la nostra città così piena e affollata di turisti in occasione delle festività natalizie che da oggi hanno preso ufficialmente in via – ha detto il sindaco all’inaugurazione del ricco programma di iniziative consultabile su www.nataleassisi.it –  ci fa enorme piacere.

Guarda il servizio videosu Umbria Journal TV

La piazza dei presepi è il cuore pulsante della festa del Natale, con l’eco albero che dà un messaggio molto importante e con il linguaggio presepiale che rafforza la tradizione di una vocazione che dobbiamo sempre tenere ben presente, ed è quella che arriva dall’ispirazione di san Francesco.

A tutto ciò si aggiunge l’innovazione attraverso lo spettacolo di luci e suoni della piazza e di tanti altri monumenti che vengono impreziositi da questo importante lavoro. La casa di Babbo Natale e i Giochi di una volta, sono poi il paradiso per i piccoli”.

Ecco il programma del weekend. Cosa troveranno i turisti ad Assisi? Di tutto, di più, e gratuito. La Piazza dei Presepi: il colonnato del Tempio della Minerva, per la prima volta, ospita un Presepe a grandezza d’uomo, mentre nelle sale dei palazzi storici sono allestite la “Mostra dei Presepi della Terra Santa”, il “Presepe artistico napoletano del ’700” (con il contributo di Antonietta Mancinelli Angeletti), la “Mostra dei Presepi artistici”, a cura di Franco Paccamiccio, e la “Mostra d’arte presepiale”, a cura del Club Unesco Assisi. Tutto, mentre sullo sfondo, le elaborazioni grafiche e sonore, grazie alla tecnica del videomapping, trasportano il pubblico in un viaggio virtuale di grande impatto emotivo.

Mentre il viaggio reale, nel cuore della città, si potrà fare con il trenino panoramico. E i più piccoli? Una strabiliante Casa di Babbo Natale allestita dentro il Teatro Metastasio. Con tanto di letto, camino, cucina (che sforna deliziosi biscotti), sarà per loro un’autentica sorpresa: un luogo incantato costruito dai suoi aiutanti Elfi, gli stessi che intrattengono i bambini tra canti, storie e spettacoli di giocoleria, e raccolgono le letterine imbucate nella speciale cassetta. Altro angolo da non perdere è quello dedicato ai giochi di una volta, grazie alle mille attrazioni che riserva il Museo del giocattolo: a Palazzo Frumentario, dalle 15 alle 19 (nei giorni feriali a partire invece dalle 16, nei festivi dalle 10), si può visitare il museo attraverso un viaggio per tematiche: i giochi popolari, i giochi del lavoro, la fantascienza, lo spettacolo, il teatro d’ombra, cinema e pre-cinema e il mondo della scuola.

Tutto, come sempre gratuito, e aperto a bambini di tutte l’età ed adulti affascinati dal magico mondo dei giochi, che si può godere anche attraverso il mercato del giocattolo: una collezione di più di 1000 giocattoli d’epoca, provenienti da un periodo compreso tra il 1800 e i giorni nostri.

Fino a scoprire le curiose lanterne magiche: uno spettacolo di ombre proiezioni del primo cinema attraverso una preziosa lanterna magica dell’800 che proietta antiche lastre colorate, il suono di un carillon dell’epoca accompagna le proiezioni luminose (spettacoli ogni 20 minuti).

Domani, 9 dicembre: visita ad Assisi underground, un itinerario guidato dell’Assisi Romana, a cura di CoopCulture (partenza dall’ufficio turismo di Assisi), che sarà organizzato anche per il 16, 23, 30 dicembre e il 6 gennaio (prenotazioni 075 8138680). Alle 22.30, il Baccanale, con MirabiliaNatale: dopocena a casa dei vicini, dal 9 fino al 30 dicembre, alle 22.30 (info 075 812327).

Domenica 10 dicembre: Per gli incontri dell’Accademia Resonars, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30, “Il Flauto a tamburo”, docente Avery Gosfield, direttrice dell’Ensemble Lucidarium. Per gli iscritti verranno messi a disposizione gli strumenti. Alle 22.30, il Baccanale, per MirabiliaNatale, alle ore 11.30, propone “prima del pranzo visita all’acquedotto” – Rocca Minore e il Sanguinone – in replica anche il 17, il 24 e il 31 dicembre (info 075 812327). Al Fai, Bosco di San Francesco, lettura animata della storia di Stickman “Bastoncino” di Julia Donaldson e laboratorio creativo a tema natalizio, in inglese, per esercitarci un po’ divertendosi! Con madrelingua (approccio base alla lingua inglese attraverso il gioco, con facilitazione in italiano). Appuntamento su prenotazione bambini dai 6 ai 10 anni (da un minimo di 10 ad un massimo di 24 partecipanti) iscrizioni al 393 9416600 oppure info@effor.it. Dalle 9 alle 20, mercatino mensile dell’antiquariato a Santa Maria degli Angeli. Alle ore 17, organizzato dalla società culturale Arnaldo Fortini, ci sarà “Viaggio nei Musei”, una conferenza sui sistemi museali a cura di Vittoria Garibaldi, già Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell’Umbria. Alle 19, pressoHotel Domus Pacis, ci sarà la Fagiolata dei Priori, presentazione del nuovo stendardo Associazione dei Priori con l’effigie del Santo, una serata all’insegna della tradizione con cibo intrattenimento goliardico e buon vino, in occasione del 40° anniversario dell’associazione.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*