Nodo di Perugia, per Claudio Ricci prioritario per l’Umbria

Claudio Ricci considera prioritaria per l’Umbria la realizzazione del “nodo di Perugia” la ormai “famosa variante” stradale che dovrebbe eliminare, ogni giorno, le infinite file alle galleria verso Perugia (vi passano molti umbri, sia della provincia di Perugia che di Terni) nonché diminuire la pericolosità stradale.

Ma dopo oltre dieci anni di attesa (e altrettanti di idee progettuali) la domanda viene spontanea: che fine ha fatto il progetto, l’appalto lavori, quando potranno partire i lavori e quando finiranno? Ovviamente vi saranno “risposte politicamente corrette e tecnicamente ineccepibili” (molte di queste mi sono note, anche per essere un ingegnere dei trasporti).

Mi sono però messo dalla parte del cittadini, come sempre bisognerebbe fare, osservando che in dieci anni “cresce un bambino” e fra otto sarà grande da avere la patente di guida e quindi essere anche lui, se continua così, bloccato alle gallerie di Perugia (vita natural durante!).

Non voglio “fare il grillino” (sono un vecchio democristiano moderato, trasversale e popolare: quindi della “peggior specie”) ma come si fa a non condividere che “tutto questo é inaccettabile”: se Claudio Ricci, come possibile, sarà alla guida della Regione Umbria dal 2015 tale progetto dovrà rappresentare uno dei tanti impegni (a cui lavorare ogni giorno) prioritari per cambiare la Regione Umbria e la “qualità reale” della vita delle persone “normali”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*