Ordinanza traffico centro storico Assisi, M5s: “Iniziativa superficiale”

Per il Movimento 5 Stelle il coinvolgimento dei cittadini è fondamentale

Ordinanza traffico centro storico Assisi, M5s: “Iniziativa superficiale”. L’ordinanza firmata dal Sindaco Proietti, che riduce drasticamente gli orari di carico e scarico merci insieme alla viabilità della piazza del Comune, è stata per noi un fulmine a ciel sereno. Nessun preavviso né confronto con la cittadinanza, solo disagio per le attività ricettive e per i residenti.

L’Amministrazione attuale sembra avere già acquisito le abitudini della precedente: zero partecipazione ( nemmeno una riunione con i Consiglieri comunali) e rimedi ortodossi per risolvere il problema della viabilità cittadina. Ci aspettavamo la tanto acclamata innovazione ma ci siamo ritrovati con la solita ordinanza che non accontenta nessuno e che affronta il problema nella stessa maniera di sempre. La chiusura della piazza della basilica di San Francesco e l’assenza di un valido collegamento pubblico tra le due basiliche , comporta la divisione del centro storico in due parti isolate tra loro.

I cittadini residenti continuano a non avere alcun sostegno, non hanno sconti nei parcheggi a pagamento fuori le mura, non hanno la gratuità del servizio pubblico all’interno del centro storico e ora, con le nuove disposizioni, vedranno l’ulteriore incremento di traffico in via Portica a scapito di via Borgo Aretino che sarà sempre più isolata.

Le deroghe oggi soppresse dovranno ritornare ad esistere non appena ci si accorgerà che è assolutamente impossibile garantire il carico e scarico alle lavanderie entro i nuovi limiti e far aprire i ristoranti alle 9:00 del mattino. Sarebbe una vera iniziativa all’avanguardia invece, pensare ad un hub di smistamento merci dove tutti i fornitori possano consegnare e distribuire con mezzi elettrici nel centro storico.

Nuove realtà per creare nuova occupazione, questi sono i progetti smart di cui la Città ha bisogno e questo è quello che anche l’attuale Sindaco ha tanto sbandierato in campagna elettorale. Per il Movimento 5 Stelle il coinvolgimento dei cittadini è fondamentale, le ordinanze non devono essere esperimenti ma il risultato concreto di uno studio approfondito e condiviso.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*