Primi d'Italia

Ospedale Assisi, priorità interventi strutturali

Ospedale Assisi, dichiarazione Federico Masciolini, Segretario comunale PD
Ospedale Assisi, dichiarazione Federico Masciolini, Segretario comunale PD

Il 29 luglio la direzione aziendale della Usl Umbria 1 ha convocato una prima riunione operativa per fare il punto su alcuni degli obiettivi prefissati per il 2014: all’ordine del giorno la verifica dello stato dell’arte dei progetti di riqualificazione del Trasimeno e dell’Assisano, le due aree su cui l’Azienda gioca la sua partita decisiva nella seconda parte dell’anno. Si è discusso anche delle azioni straordinarie da predisporre per il contenimento delle liste di attesa di alcune prestazioni specialistiche e per la programmazione dell’aggiornamento tecnologico. Subito dopo la pausa estiva sono in programma altre riunioni per la verifica degli obiettivi e le azioni da intraprendere nell’Alto Tevere e in generale nell’Area Nord.

Ad Assisi il cronoprogramma del rilancio dell’ospedale è stato già definito e approvato: priorità sarà data agli interventi strutturali e logistico-funzionali legati principalmente alla chirurgia pediatrica e all’area dello scompenso cardiaco, in collaborazione con l’Azienda ospedaliera di Perugia, e al Pronto soccorso. E mentre si dà il via al progetto del nuovo percorso donna, tutto è pronto anche per la realizzazione del nuovo parcheggio: si attende solo la comunicazione ufficiale della desmanializzazione del terreno per procedere con la pubblicazione del bando di gara per l’appalto dei lavori.

Sulla questione del piano di intervento straordinario per il contenimento delle liste di attesa, in attesa delle direttive regionali, la direzione aziendale della Usl Umbria 1 ha già iniziato ad acquisire la disponibilità dei professionisti a lavorare in orari extra; inoltre, sta procedendo alla ricognizione delle tecnologie, per garantire un uso più appropriato ed efficiente di tutte le apparecchiature, e alla ricognizione delle strutture in cui concentrare le sedute ambulatoriali extra.

La partita degli investimenti tecnologici viene rimandata direttamente a metà settembre, acquisito l’esito della gara indetta per la contrazione di un mutuo da cui dipende la programmazione di un ambizioso piano di ammodernamento del parco apparecchiature di tutta l’azienda, comprese quelle che erano già programmate nell’area Nord ma ancora prive di fonte di finanziamento. Nel frattempo è stata deliberata l’aggiudicazione di tre mammografi con tomo sintesi, finanziati con risorse in conto capitale della ex Asl2 (2 al Poliambulatorio di piazzale Europa e 1 all’ospedale di Assisi), e di quattro nuove ambulanze per Assisi, Città della Pieve, Castiglione del Lago e Pantalla.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*