Parcheggio all’ospedale di Assisi, appaltati i lavori

Ospedale Assisi, dichiarazione Federico Masciolini, Segretario comunale PD
Ospedale Assisi, dichiarazione Federico Masciolini, Segretario comunale PD

La direzione generale della USL Umbria 1 comunica che il 5 febbraio si è svolta la seduta di gara pubblica per l’apertura delle offerte economiche relative ai lavori di realizzazione del parcheggio a servizio dell’ospedale di Assisi. I lavori sono stati affidati all’impresa BIES Srl di Assisi, Frazione San Gregorio, che è risultata la migliore offerente.

I lavori, finanziati dall’azienda sanitaria tramite mutuo, inizieranno presumibilmente a inizio aprile, una volta esperite tutte le procedure burocratiche e amministrative, tra cui la formalizzazione dell’atto di compravendita delle aree che ad oggi sono ancora di proprietà dell’Istituto di suore tedesche “Siessener Schulen Gemeinnutzige GmbH”. Si prevede che i lavori per il parcheggio, che disporrà di almeno 100 posti auto, potranno essere completati questa estate.

Intanto – dopo l’attivazione della RSA (14 posti letto), la ristrutturazione del reparto degenze di chirurgia (dotazione in tutte le camere di servizi igienici accessibili ai disabili e messa in sicurezza di tutti gli impianti), la dotazione di un nuovo mammografo di ultima generazione e l’attivazione del Centro Donna per il potenziamento delle attività consultoriali, del collegamento dell’attività del 118 con la Centrale operativa di Perugia e del triage al Pronto Soccorso – stanno proseguendo i lavori per la realizzazione di spogliatoi e per la riqualificazione della degenza chirurgica, ed entro l’inizio di marzo verranno conclusi i lavori finalizzati all’attivazione di un’area di degenza con 4 posti letto di Osservazione Breve e 6 posti letto di Medicina d’Urgenza. Nel 2015, inoltre, è prevista l’acquisizione di nuove tecnologie sia per la diagnostica sia per il nuovo Centro per lo scompenso cardiaco (ecografo, elettrocardiografi, letti monitorizzati…).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*