Parcheggio di Mojano, sarebbero 4 gli indagati per abuso

Parcheggio di Mojano, sarebbero 4 gli indagati per abuso
Parcheggio di Mojano, sarebbero 4 gli indagati per abuso

Parcheggio di Mojano, sarebbero 4 gli indagati per abuso.
di Morena Zingales
ASSISI – Continuano le indagini a tutto tondo sulla vicenda che riguarda la realizzazione della scala mobile a servizio del Parcheggio di Mojano ad Assisi. Secondo indiscrezioni sembrerebbe che ci siano quattro indagati per abuso d’ufficio. Si tratterebbe di un dirigente del Comune di Assisi e di tre privati, i rappresentanti della società che gestisce il parcheggio e che ha realizzato l’investimento, inizialmente di tre milioni. Pare che ci fu una forzatura nell’assegnazione dell’appalto e poi della successiva realizzazione della scala mobile. Secondo il pm Giuseppe Petrazzini, l’illecito è tuttora in corso. gli indagati sono difesi dagli avvocati Giuseppe Caforio e Luigi Egidi. Inoltre gli inquirenti avrebbero effettuato alcune verifiche bancarie su alcuni conti correnti. Alcuni di questi, pare, siano intestati anche a politici, in carica all’epoca del progetto.

La vicenda, di cui avevamo dato notizia nella giornata di venerdì 18 settembre 2015 con il Gruppo Editoriale Umbria Journal, è molto delicata e spinosa e l’uso del condizionale è d’obbligo.

La Guardia di Finanza, lo ricordiamo, nei giorni scorsi avrebbe fatto “visita” al Comune di Assisi e pare abbia sequestrato un computer ed altri documenti da un ufficio dei lavori pubblici. I militari, inoltre, dopo aver prelevato il pc e le documentazioni, si sarebbero recati a casa della persona fatta oggetto del sequestro. Nell’abitazione ci sarebbe stato il prelievo di altro materiale e di un tablet. Il tutto sarebbe scaturito da una denuncia inoltrata dal titolare di una azienda esclusa dal bando di gara per la realizzazione delle opere. Per la verità, da quanto è stato possibile sapere, pare che esistano ulteriori segnalazioni per le modalità delle scelte dei contraenti.
® riproduzione riservata

Parcheggio di Mojano ad Assisi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*