Patto di luce ad Assisi musical per la pace e i diritti umani

Patto di luce ad Assisi
PATTO DI LUCE

Patto di luce ad Assisi musical per la pace e i diritti umani.   Assisi ospita uno spettacolo di grande attualità. In un momento in cui importanti notizie di cronaca fanno riflettere su quanto  sia necessario il rispetto dei diritti umani e dell’altro diverso da sé, torna nella città della pace l’opera-musical  Patto di luce – per la pace e i diritti umani . Lo spettacolo, che promuove la conoscenza e il rispetto dei diritti umani, è ad Assisi anche in questo particolare momento storico, quando l’ONU sta dibattendo il progetto di dichiarazione  della pace quale diritto umano fondamentale e lo stesso Consiglio d’Europa ha nell’ordine del giorno  la dichiarazione della pace quale diritto umano fondamentale.

Forte del successo ottenuto, dal suo debutto nel 2010  al Lyrick Theatre di Assisi, in pianta stabile per 4 anni al Teatro Amici di Rimini e al Teatro Metastasio dal 2014, Patto di Luce,  musical originale italiano scritto e diretto da Carlo Tedeschi, ha raggiunto i 20mila spettatori, molti dei quali studenti di numerose scuole italiane.  In scena nelle seguenti date: 25/07, 8/08, 15/08, 22/08, al Teatro Metastasio di Assisi,  alle ore 21.30, in contemporanea  con il musical “Chiara di Dio” che verrà rappresentato anche ogni giorno a richiesta per gruppi con una data straordinaria Martedì 11 Agosto in occasione della Solennità di Santa Chiara di Assisi.

 Lo spettacolo da sempre propone musiche che vanno dal rock al tango argentino con soluzioni sceniche ad effetto tridimensionale, costumi e trucchi di scena di grande impatto ed una storia travolgente. Ricerche storiche e fotografiche riguardo il Lago di Piediluco stanno alla base del copione mentre scenografie, in continuo movimento sulla scena, riproducono la meraviglia della natura, così presente e protagonista nello spettacolo. Un progetto luci articolato ed effetti speciali innovativi immergono lo spettatore nella suggestione della meravigliosa leggenda. Costumi, accessori, maschere e trucco sono il risultato di una ricerca dell’autore durata anni. Dopo il successo conseguito con “Chiara di Dio” che, proposta in diverse città italiane, ed in pianta stabile al Teatro Metastasio, nella città serafica è la volta di un altro grande spettacolo firmato da Carlo Tedeschi. Se “Chiara di Dio”  rappresenta la spiritualità di Chiara e Francesco,  “Patto di luce”  raffigura i valori della pace e dei diritti umani nella città della pace.

 IL REGISTA CARLO TEDESCHI

Con questo spettacolo Carlo Tedeschi (premio Borsellino per la pace 2009, Premio della Presidenza del Consiglio dei Ministri , Carlino d’oro, Targa d’oro – Ministro Turismo e Spettacolo, Antico Sigillo della Città di Torino, La Marguttina d’oro, Ambrogino d’oro della Città di Milano, Targa d’oro del Mandorlo in Fiore, Premio Valentiniano, menzione speciale al Premio Cesare Pavese, Premio Firenze)  arricchisce la sua produzione di musical, iniziata oltre 20 anni fa con il debutto di “Sicuramente Amici” e che è proseguita con i successi de “Dio, che meraviglia”, “Lo S…varietà è donna”, “Lo S…varietà made in Italy” con Gino Bramieri, “Notte Gitana” per poi passare al musical biografico come “L’Uomo dal turbante rosso” e quindi evolversi in una dimensione più dichiaratamente spirituale e che ha trovato il suo culmine in “Notte di Natale 1223”, “Chiara di Dio” e “Un fremito d’ali, la vita di Padre Pio vista dagli angeli” e  in tante altre produzioni che sono diventate strumento di evangelizzazione e di riflessione sui valori cristiani e di civile convivenza,  soprattutto per i giovani. Il musical “Patto di Luce”, che diventa mezzo per superare ogni barriera di comunicazione, anche tra confessioni diverse, mette in primo piano il rispetto dell’altro diverso da sè  e la promozione della pace, in virtù di quella universalità che è alla base della dichiarazione dei DIRITTI UMANI.

Patto di luce

LA TRAMA

I protagonisti sono una pastorella, vissuta forse 12.000 anni fa; lo sciamano, che vive in una capanna fatta di ginestra e porta pace ai villaggi ostili fra loro; un pastorello, trovato nella foresta e cresciuto dallo sciamano; la tigre, che decide della vita e della morte dei condannati abbandonati nella foresta; il primordio e la primordia, capi tribù del villaggio della pastorella; le spie, che, scena dopo scena, tango dopo tango, inseguono la pastorella per riferire della sua “diversità”; i capi tribù di tanti villaggi che, nelle loro vesti e negli atteggiamenti, si ispirano alle effigi dell’animale prescelto che venerano come spirito guida della natura: Leone, Picchio, Falco, Serpente, Pavone, Rondine, Gufo, Gatto e Farfalla. Di grande impatto il secondo tempo quando la pastorella giunge alla consapevolezza dei diritti umani. Nel recitato spiccano brani tratti dalla Dichiarazione universale di diritti dell’uomo (Onu, Parigi 1948) e brani del Deuteronomio (30, 11-14).

Il regista inoltre, per questa edizione assisana, ha arricchito lo spettacolo di un nuovo simpaticissimo personaggio, emblema di una nuova generazione che, sull’esempio d’amore dei suoi predecessori, perseguirà nel tempo, dopo di loro, quei valori di pace e di rispetto verso l’altro. 

IL CAST

Patto di Luce: scritto e diretto da Carlo Tedeschi, Coreografie Gianluca Raponi, Musiche Andrea Tosi – Stefano Natale, Progetto luci Cristiano Leoni Lautizi, Effetti speciali Carlo Tedeschi – Alberto Crescione; Maschere e accessori Tiziana Imola. Aiuto regista e responsabile dell’allestimento degli spettacoli Annamaria Bianchini. Tra i protagonisti: Pastorella: Maria Mercedes; Pastorello: Lorenzo Zatti; Capo Leone: Patrick Rubino; Capo Leonessa: Nicole Bellafiore; Sciamano: Giacomo Zatti; Primordio: Ciro Gelsi ; Primordia: Albatea Internullo e Silvia Di Dio Cafiso, Spia uomo: Raffaele Cassini;  Spia Donna: Veronica Rossini; Ragazzo Scimmietta: Nicolò Murgioni e con tutto l’ensemble della compagine teatrale “Chiara di Dio” degli artisti formati da Carlo Tedeschi. Una produzione Associazione Dare e ACSD Danza e Musical.

Info e video:  www.pattodiluce.it

Metastasio: 075.815381 – 389.7828080 – metastasiomusical@alice.it

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*