Pellegrinaggio ciclistico dall’Abruzzo ad Assisi 220 km di percorso

Di Adriano Cioci
ASSISI – L’impresa dei cicloamatori di Pescina – una ventina in tutto i “coraggiosi”, ma i supporter sono assai più numerosi – giunge alla sua ottava edizione. Il pellegrinaggio ciclistico, dalla Valle del Fucino, nel cuore dell’Abruzzo, sino alla serafica Assisi, si svolgerà domenica 21 giugno. A muovere le loro pedalate non sarà soltanto lo spirito sportivo che aleggia nel folto Gruppo Ciclistico Amatoriale “Fontamara-Eramo Paolo”, ma anche il senso dell’amicizia, quella “di una volta”, unita al desiderio di rendere omaggio alla terra francescana, pregna di storia, architettura, religiosità e, non ultima, di un ambiente unico al mondo.

Con queste motivazioni, partiranno di prima mattina, con le maglie dai colori sgargianti, percorrendo circa 220 km, da Pescina, la città che ha dato i natali a personaggi celebri, che hanno contribuito enormemente alla storia politica e letteraria di Francia e Italia. Stiamo parlando del cardinale Giulio Raimondo Mazzarino e dello scrittore Ignazio Silone.

Capitanati dal loro presidente, Andrea Parisse e dal socio anziano Adriano Eramo, verranno scortati – come detto – da un vivace gruppo di supporter abruzzesi, almeno una cinquantina, che seguiranno i temerari in autobus, lungo un percorso che si snoda attraverso la via Tiburtina, la Valle del Salto, Rieti, Terni, Spoleto, dove si prevede la congiunzione con i cicloamatori del Velo Club S. M. Angeli Racing, già da anni uniti idealmente al “Fontamara-Eramo Paolo”.

Inizierà così la fase più interessante della manifestazione che farà tappa a Spello, con arrivo intorno alle ore 12,00. Qui il gruppo sarà ricevuto dalle autorità locali. Si proseguirà verso il territorio di Assisi, ambita meta per gli atleti abruzzesi, non fosse altro che per il significato che questi luoghi rivestono non soltanto per la storia del francescanesimo ma anche per la coscienza cristiana.

Poi, di nuovo in sella per guadagnare ancora i pochi chilometri che porteranno i gruppi, quello di Pescina e di Santa Maria degli Angeli, prima in direzione della Porziuncola, poi verso il centro di Assisi, con l’ingresso da Porta Nuova e percorrendo Borgo Aretino, Piazza del Comune, Via San Paolo, Via Merry del Val, Via San Francesco, Via Portica e nuovamente Piazza del Comune (l’arrivo è previsto alle ore 13,00).

Nella città Serafica è in programma l’incontro istituzionale tra l’Amministrazione assisana e quella pescinese, guidata probabilmente dal neo sindaco Stefano Iulianella e da gran parte della giunta comunale da poco costituitasi.

L’intera iniziativa è coordinata da Domenico Di Mascio, con l’ausilio di Miranda Forte, Bruno Barbini, Giovanni Zavarella, Adriano Cioci e Gaetano Castellani, presidente del Velo Club S. M. Angeli Racing e, per la parte abruzzese, con la preziosa opera del geometra Antonio Fata.

Gli associati del gruppo “Fontamara – Eramo Paolo” sono uniti, è stato detto, da pura amicizia. Dietro quella bandiera c’è un drappello di persone di ogni età e di ogni professione (il medico, l’operaio, l’impiegato, il pensionato, l’imprenditore) che la domenica mattina si cimenta in una vivace e sana “uscita in bicicletta”. Si pedala con il motto bello stampato nelle menti che “la fatica ed il sudore sono uguali per tutti”.

Il gruppo sportivo ciclistico amatoriale “Fontamara – Eramo Paolo” si è costituito nell’anno 1995. Esso deve la sua nascita alla passione, caparbietà e perseveranza del compianto Enio Di Nicola al quale si è aggiunto il contributo dell’impresa Eramo Paolo.

Enio Di Nicola quale ex appartenente alla Guardia di Finanza era  fedelissimo ed ossequioso delle istituzioni e quindi anche della Federazione Ciclistica Italiana ed era capace di far coesistere cicloamatori dal passato dilettantistico e neofiti. In ricordo della sua personalità e passione, il G.S. Fontamara, in collaborazione con la famiglia Di Nicola, ha istituito ed organizza annualmente, il memorial “Enio Di Nicola”, gara a cronometro individuale, prova inserita nel calendario del Campionato della FCI ed utilizzata nella stagione 2006 quale preselezione per il Campionato Italiano Allievi e Juniores. Nel corso degli anni la compagine si è maggiormente coesa ed è cresciuta numericamente. Attualmente è divenuta una realtà nel panorama ciclistico abruzzese.

Il gruppo sportivo vanta l’appartenenza di un vice campione italiano e di alcuni campioni regionali e provinciali. E’ orgoglioso di proporre e organizzare annualmente manifestazioni di alto livello, come le “passeggiate”, tra cui quella a San Giovanni Rotondo (280 km) e a Sora (90 km), ed altre di alto senso civico (un esempio per tutti “la giornata AVIS” – Nonsolobici – per la raccolta del sangue).

Il gruppo, uniformandosi alle direttive del Coni, ha assunto una fisionomia legale ed ha fatto sottoscrivere ai propri associati un vero e proprio “codice etico”.

Il “pellegrinaggio” ad Assisi da parte dei clicloamatori di Pescina viene ricambiato ogni anno, nel corso dell’estate, dagli aderenti al Velo Club S.M.Angeli Racing. “Ci porteremo nuovamente in terra abruzzese – dice il presidente del sodalizio umbro, Gaetano Castellani – per tenere alto non soltanto il valore di un impegno, ma anche quello dell’amicizia, che per noi tutti vale più di ogni altra cosa”.

L’iniziativa non si limita al solo evento sportivo; in programma vi sono alcuni momenti di carattere culturale tesi ad evidenziare gli elementi storici, artistici, letterari e gastronomici delle due città. In particolare, durante il convivio, saranno consegnati ai giurati popolari di Pescina, i romanzi dei tre autori vincitori del Premio Letterario Fenice-Europa 2015. Questa è un’iniziativa che lega i lettori abruzzesi con quelli di Bastia, dove ha sede l’organizzazione del premio stesso. Ed è proprio a Bastia che si sta procedendo speditamente alla intitolazione di una via a Ignazio Silone, personaggio pescinese di primo piano, uomo di grande impegno politico e culturale, tra gli intellettuali italiani più conosciuti all’estero, soprattutto per il romanzo “Fontamara”.

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*