Pericoloso pregiudicato albanese rimpatriato, scortato all’aeroporto di Fiumicino

Sequestrata droga, giovanissimi assisani nei guai
Polizia

ASSISI – Prosegue la attività dell’Ufficio Immigrazione finalizzata ad allontanare dal territorio i cittadini stranieri autori di gravi reati. Ieri è stato rimpatriato un altro pericoloso pregiudicato straniero, E. C. del ’88, albanese residente dal 2006 a Ponte San Giovanni, quando ha ottenuto un permesso di soggiorno dapprima per studio e poi rinnovato per lavoro.

Negli ultimi anni ha cambiato condotta di vita e dal 2011 è stato segnalato alla A.G. per estorsione commessa a Bastia Umbra, per spaccio di stupefacenti commesso a Nocera Umbra, per partecipazione ad una organizzazione dedita allo spaccio di stupefacenti a Perugia.
Nel 2012 ha preso parte ad una rissa durante il periodo di detenzione a Capanne.

Proprio per i gravi precedenti penali l’Ufficio Immigrazione ha provveduto dapprima alla revoca del suo permesso di soggiorno, ma lui è rimasto sul territorio nazionale.

Ieri notte è stato sorpreso dagli agenti del Commissariato di Assisi in un albergo di Bastia Umbra, ove viveva da alcuni giorni. Condotto in Questura gli è stato notificato un provvedimento di Espulsione dal Territorio Nazionale per pericolosità sociale data la sua abituale condotta delittuosa.

Dopo la convalida del provvedimento nella udienza del Giudice di Pace in serata è stato scortato all’aeroporto di Fiumicino da dove è partito con l’ultimo volo della sera per Tirana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*