Perugia 2019, Assisi e Umbria: Consegnato il Dossier per il Titolo di Capitale Europea della Cultura,

Assisi, 6 settembre 2014: ieri é stato consegnato il dossier progetto per la finale (a 6 dalle 21 candidate iniziali), per il titolo di capitale europea della cultura, di Perugia 2019 con i luoghi di Francesco d’Assisi e dell’Umbria. Già essere in finale é stato un successo come l’aver messo insieme 198, fra istituzioni, associazioni e soggetti, coinvolti nella fondazione PerugiAssisi (a cui aggiungiamo 266 associazioni che hanno collaborato alle diverse fasi partecipative), generando ampia consapevolezza.

Abbiamo “fatto tutto ciò che era possibile fare”, ci sentiamo di aver fatto il nostro dovere per l’Umbria e, per questo, sono doverosi i “commossi ringraziamenti” al Comune di Perugia, alla Fondazione PerugiAssisi, alla Regione Umbria e a tutti gli eccellenti tecnici, esperti, collaboratori nonché a quanti, sopratutto in queste ultime settimane, continueranno a sostenere il progetto che può rappresentare una “occasione storica” per le città dell’Umbria (comunque si concluderà la candidatura i progetti del Dossier “saranno utili” per ottenere attenzioni nel quadro delle risorse dell’Unione Europea 2014/2020

Il Dossier, consegnato ieri mattina, pur conservando e valorizzando le parti strategiche, innovative e legate alla “dimensione europea” é divenuto più strutturato e “concreto” in modo da risultare “realizzabile” (anche finanziariamente) comunque sarà il risultato finale.

Ricordiamo che in tutte le 114 pagine del progetto (il lavoro deve rientrare in certe griglie) sono delineati programmi, come chiede l’Unione Europea, di innovazione per costruire “coltivando il pensiero” la città futura (rimettendo in luce i valori della propria identità).

Nelle prossime settimane “metteremo tutto il nostro impegno per vincere” lo faremo per i giovani, i nostri “semi”, consapevoli della forza morale della nostra terra e auspicando cieli stellati sopra di noi per un “copioso raccolto”.

[box type=”warning” ]Da un “pensiero”, nel 2006/2007, cominciò un lungo cammino “divenuto concreto negli ultimi quattro anni”. Ora che la metà si avvicina il sogno si sublima nella concreta speranza. Auguri a Tutti.[/box]

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*