Unipegaso

Presentati i Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi

da Serena Morosi – Assessore Sport e Pubblica Istruzione Città di Assisi
Si è tenuta Mercoledì 11 Marzo nella sede regionale di Palazzo Donini la conferenza stampa di presentazione dell’edizione 2015 dei Campionati Giovanili Studenteschi di Scacchi organizzati da Accademia Internazionale di Scacchi.

Alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni coinvolte nella manifestazione, il Presidente della società sportiva organizzatrice ha sottolineato i grandi numeri dell’attività scacchistica in Italia, che presenta annualmente un aumento in termini partecipativi soprattutto nelle scuole, che ne riconoscono l’altissima valenza formativa di tale disciplina.

Presenti il Grande Maestro di Scacchi Roberto Mogranzini, presidente di Accademia Internazionale di Scacchi; il Vice Sindaco della Città di Assisi Antonio Lunghi, il Presidente del Coni regionale Domenico Ignozza, i rappresentanti della Federazione Scacchistica Italiana e il Dott. Matteo Fortunati – presidente del Centro Internazionale di Studi sul Turismo di Assisi.

Nei loro interventi hanno tutti espresso grande supporto ad una manifestazione che punta a superare i record di presenze (resta per ora non superata la soglia dei 1486 partecipanti a Spoleto nel 2011, sempre grazie all’organizzazione di Accademia Internazionale di Scacchi), assicurando un ampio riscontro di immagine allo sport e al turismo umbri, fiori all’occhiello di questa Regione.

Grandi gli Sponsor che accompagnano la manifestazione, tra gli altri Legnolandia, Granarolo, Trenitalia, che hanno deciso di sostenere la manifestazione ricoprendo un ruolo fondamentale per un evento totalmente autofinanziato. Sede della manifestazione, che si terrà ad Assisi dal 19 al 22 Maggio, sarà il PalaEVENTI di Santa Maria degli Angeli, struttura flessibile, con un’impiantistica all’avanguardia, che accoglierà dunque i Campionati Giovanili Studenteschi, occasione per offrire valore aggiunto nella promozione del territorio umbro con forme di turismo alternative rispetto alle più tradizionali.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*