Le quote rosa non creeranno ritardi, Ricci, l’Amministrazione continuerà a realizzate il programma

Il Sindaco Claudio Ricci, in attesa di valutare le motivazioni (sul piano tecnico, da parte dei legali del Comune), considera “molto discutibile” che, sulle quote rosa (presenza delle donne in Giunta), prima il TAR (tribunale amministrativo regionale dell’Umbria) abbia dato “ampiamente ragione” al Sindaco e all’Amministrazione Comunale e adesso, il Consiglio di Stato, ai ricorrenti (peraltro dopo quasi tre anni e mezzo di consigliatura).

Riteniamo che in questa vicenda (al momento delle nomine non esisteva la legge sulle quote rosa) i ricorrenti, provocando le conseguenti “controverse sentenze”, abbiano arrecato “ampi danni all’immagine”, del Sindaco e degli Assessori, cercando (senza riuscirci) solo di ostacolare l’attività del Comune.

Certamente questo “non rallenterà l’attività amministrativa” (anzi il Sindaco, come prassi da anni, non farà alcun giorno di vacanza), la Giunta verrà ricostituita in tempi brevi e il programma amministrativo verrà completato entro la fine della consigliatura (dopo l’inaugurazione del nuovo Pala Eventi, vicino al teatro Lyrick, sono molte le opere e iniziative in programma tra cui, a breve, il Piano Regolatore parte operativa – dopo l’approvazione definitiva della parte strutturale -, l’apertura dei cantieri del parcheggio di Porta Nuova in Assisi, della nuova casa di riposo, dell’asilo comunale e di molti interventi in tutte le frazioni).

Questa vicenda é “giuridicamente preoccupante” in quanto impedisce ad un Sindaco, eletto direttamente dalla gente, di nominare i suoi collaboratori (che, nel caso di specie, arano stati i più votati dai cittadini) donne o uomini che siano.

Sul piano politico, dopo la “naturale polemica”, quello che rimarrà, come sempre, é la differenza fra chi cerca di fare concretamente per il territorio e i cittadini e chi, invece, tenta solo di “distruggere e ostacolare”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*