Raffica di arresti ad Assisi e Bastia, 3 giovani in manette

Armati di pistola tentano rapina alle poste di Tordandrea

Raffica di arresti ad Assisi e Bastia, 3 giovani in manette.

A distanza di qualche giorno dall’ultimo arresto per evasione fatto a Torgiano dai militari della Stazione di Bettona, la giornata di ieri ha visto gli uomini del Maggiore Sivori impegnati nell’esecuzione di altri tre arresti, di cui due in flagranza di reato.

I Carabinieri della Stazione di Bastia Umbra impegnati costantemente nella capillare attività di controllo del territorio hanno notato nei pressi di un albergo sito in località “Campiglione” del comune di Assisi due soggetti noti alle Forze dell’Ordine e sottoposti rispettivamente alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di dimora e alla misura cautelare degli arresti domiciliari per rapina.

Increduli per ciò a cui stavano assistendo, i militari hanno proceduto all’arresto in flagranza di entrambi i soggetti, risultati essere un giovane italiano ed un cittadino ucraino: i due, seppur per motivi diversi, dovevano trovarsi all’interno del comune di Bastia Umbra e presso il loro domicilio.

Entrambi sono stati quindi arrestati in attesa del processo per direttissima fissato per la mattinata odierna.

Gli uomini dell’Aliquota Radiomobile hanno invece eseguito il ripristino di una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un terzo soggetto, anch’egli in regime di arresti domiciliari, responsabile di numerose violazioni alle prescrizioni impostegli.

Il Giudice competente, alla luce delle copiose segnalazioni pervenutegli dai Militari dell’Arma impegnati giornalmnente nel controllo del territorio ha ritenuto opportuno revocare il beneficio disponendo nuovamente la custodia cautelare in carcere.

Lo stesso è stato quindi associato alla Casa Circondariale di Perugia “Capanne” dove nei prossimi giorni potrà dare la propria versione dei fatti in merito agli addebiti a lui contestati.

Raffica di arresti

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*