Unipegaso

Rino Freddii Capogruppo Per Assisi Popolare “Non ti curar di loro, ma guarda e passa”

ASSISI – Leggendo certe affermazioni sulle pagine locali dei quotidiani e sui manifesti che tappezzano le mura della città sembra di vivere in un’altra realtà: mi riferisco agli attacchi scomposti e privi della benché minima fondatezza contro il Sindaco Ricci. La mia non vuole essere una difesa d’ufficio, della quale il Sindaco non ha certamente bisogno, ma è il punto di vista di chi da oltre otto anni, facendo parte della maggioranza di centrodestra che lo sostiene, ci lavora fianco a fianco per cercare di trovare le migliori soluzioni ai problemi dei cittadini. Si possono non condividere le scelte, non si può essere d’accordo sulle priorità individuate, si possono avere opinioni diverse su molti temi, può persino risultare antipatico, ma accusare Ricci di non mantenere le promesse fatte (gli atti dimostrano che è stato realizzato il 100% del programma elettorale del primo mandato e oltre l’80% di quello attuale) o peggio ancora di disinteresse verso i problemi della città, non solo è falso e ingiusto, vista la sua proverbiale dedizione alla cosa pubblica (24 ore su 24), ma è sopratutto inaccettabile per le inqualificabili parole usate contro di lui. Certi giudizi e alcuni termini utilizzati, al limite se non oltre una civile dialettica politica, sono sicuramente segno di debolezza e rispondono a delle logiche che non condividiamo ed anzi respingiamo fermamente. Come respingiamo fermamente il goffo e risibile tentativo di far passare una foto inerente la candidatura a Capitale della Cultura 2019 come prova di chissà quale accordo con la sinistra perugina, dimenticando (?) che Ricci è stato per oltre venti anni un esponente di spicco prima di Forza Italia, poi del PdL e che allo scioglimento di quest’ultimo è rimasto equidistante dai due partiti formatesi nel tentativo di ricomporre, almeno localmente, quel fronte di centrodestra necessario per il cambiamento in Umbria. Al momento della sua candidatura a Presidente della Regione avevamo messo in conto l’inasprimento del dibattito politico, ma nessuno si aspettava certamente che gli attacchi peggiori venissero anche da quegli ambienti cittadini e da quegli (ex) “amici” per i quali il Sindaco ha avuto sempre un occhio di riguardo andando a volte contro la volontà di alcuni consiglieri di maggioranza. Personalmente credo che in questi ultimi anni l’immagine di Assisi in Italia e nel mondo abbia raggiunto altissimi livelli e ciò è dovuto, almeno in parte, anche allo spessore culturale, alla preparazione tecnica e all’esperienza amministrativa di Claudio Ricci, che non a caso è stato eletto per due mandati Presidente dei Siti Italiani UNESCO (ora onorario) ed è Delegato Nazionale ANCI per il Turismo. La sua elezione a Palazzo Donini non può che far bene all’Umbria intera e di riflesso anche alla nostra amata Assisi; per questo sono certo che le “sparate” che si leggono non influenzeranno affatto chi ha avuto modo di conoscerlo e quindi di apprezzarne la lealtà, la predisposizione all’ascolto e la determinazione. Quindi, caro Claudio, “Non ti curar di loro, ma guarda e passa”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*