Rocca Maggiore di Assisi approvato progetto valorizzazione

Rocca Maggiore di Assisi approvato progetto valorizzazione
Nella Giunta del 23 Dicembre è stato approvato il progetto “A spasso con il Tempo”

da Arch. Antonio Lunghi
Sindaco della Città di Assisi

Nella Giunta del 23 Dicembre è stato approvato il progetto “A spasso con il Tempo” relativo al Progetto di valorizzazione della Rocca Maggiore di Assisi attraverso un allestimento multimediale curato da Piero Angela e Lapo Lanciano.  Grande soddisfazione mia e di tutta la Giunta per aver finalmente approvato un progetto elaborato nel 2013 volto a valorizzare la Rocca Maggiore di Assisi, straordinario bene culturale, simbolo civico della Città di Assisi, grazie a tecniche del tutto innovative, del tipo di quelle utilizzate per le Domus Romane di Palazzo Valentini a Roma.
 Piero Angela sostiene che i musei italiani sono noiosi, poco attrattivi e non riescono a comunicare tutte le informazioni e le suggestioni che posseggono. Attraverso l’uso degli strumenti messi a disponzione dalle tecniche multimediali è possibile valorizzare l’esistente e ricostruendo quello che il tempo ha deteriorato o distrutto dando valore aggiunto al lavoro paziente e meticoloso di tanti studiosi e ricercatori.
Il costo dell’intervento ammonta ad € 444.000,00 che trova copertura dagli stanziamenti della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia per € 200.000,00 – anno 2014, per € 100.000,00 – anno 2015, con imputazione al Cap. 1660/55 e, per la parte rimanente, di € 100.000,00 con fondi propri con imputazione al Cap. 1640/55, e di € 44.000,00 con contributo dei privati con imputazione al Cap. 1660/55.
Voglio Ringraziare Ezio Ranaldi, amico di Piero Angela, che ci ha fatto conoscere il giornalista, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio, Carlo Colaiacono, che ha creduto in questo progetto e Silvia Sensi che ha predisposto gli atti amministrativi necessari.
Certamente con l’approvazione di questo progetto apriamo un dibattito sulla valorizzazione degli spazi museali della nostra città, sia pubblici che gestiti da Enti Religiosi. Sarà uno dei temi centrali del prossimo quinquennio amministrativo. Intanto abbiamo posto le basi per fare un salto di qualità alle nostre strutture.
Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*