Santa Maria degli Angeli, Angelana calcio a 5, lancio finale Coppa Italia

da Andrea Checcarelli
Il finale del 2013 in quel di Santa Maria degli Angeli, ha riservato soddisfazioni importanti non solo all’Angelana calcio, ma anche all’Angelana calcio a 5. La realtà del futsal è molto sentita nella nostra cittadina e da molti anni la società che ha come cardini Gianfranco Tosti e Maurizio Freddio, si disimpegna ad ottimi livelli. Il destino vuole che nel giro di 10 giorni, le due squadre angelane si giocheranno le finali di Coppa Italia nelle rispettive categorie: ad aprire le danze sarà proprio l’Angelana calcio a 5, che contenderà al Calcetto Spello la Coppa Italia di C2, il 6 gennaio, alle 17:00, al Palazzetto dello sport di Cannara. Quella che è stata allestita quest’anno in totale sinergia con un altro angelano d.o.c., ossia Maurizio Pergalani, è una squadra che si candida a rinverdire i fasti di quella che si chiamava C.B. Life S. Maria degli Angeli, la quale arrivò anche a sfiorare la Serie B e si aggiudicò per ben 2 volte la Coppa Italia di C1.

L’Angelana di quest’anno è una squadra che non sfigurerebbe di certo in Serie C1, ossia nella categoria più importante della regione (equivalente all’Eccellenza del calcio); addirittura in squadra coach Pergalani può vantare un brasiliano, Juliano Perrotti, che si è unito in corso d’opera, ad un gruppo che già in estate era stato costruito in maniera oculata. Hicham, fresco vincitore da prim’attore della C1 con la maglia del Nursia c5, uno dei più grandi interpreti del futsal in Umbria, Murasecchi, già protagonista in C1a Santa Maria degli Angeli, ma anche con le maglie di Mounting Foligno, Grifoni e soprattutto Real Torgianese, con la quale ha conquistato un campionato di C1 ed una Coppa Italia, sempre di C1, nel 2010/’11. Ma anche l’esperto Mauro Sechi, bandiera dei Grifoni, abile orchestratore della manovra, reinventato ultimo da mister Pergalani. E poi Emanuele Raspa, Matteo Ronca, Luca Geremia… in porta poi, due portieri che sono una garanzia. Matteo Menichelli e Gianluca Cimarelli, due ragazzi con alle spalle svariati anni da protagonisti in Serie C1.

L’avversario il Calcetto Spello, è di tutto rispetto, non deve ingannare la classifica del campionato, che vede al momento l’Angelana prima in solitario, con ben 40 punti fatti in 14 partite giocate, 13 punti di vantaggio sull’avversario che si troverà di fronte in finale, al Palazzetto di Cannara, per il terzo anno consecutivo teatro delle finali di Coppa Italia di C1 e di C2. Il caso vuole che queste due squadre si erano già affrontate in questa manifestazione, quest’anno, in occasione dei sedicesimi di finale ed aveva avuto la meglio il Calcetto Spello. Dalla parte dell’Angelana, anche un pizzico di fortuna, visto che, causa il ristretto numero di squadre facenti parte la C2 quest’anno, si è dovuta ripescare un’eliminata nei sedicesimi di finale. Il caso ha voluto che sia stata ripescata proprio l’Angelana, che si è poi fatta largo nel tabellone a suon di scalpi importanti: la Polisportiva Città di Norcia (squadra in zona playoff nel raggruppamento B di C2), negli ottavi.

Il Real Cannara nei quarti di finale, seconda in classifica nel girone A a soli 2 punti di distanza dagli angelani ed in semifinale ha avuto la meglio sulla Ternana Futsal, compagine che sta dominando il girone B di C2 avendo vinto tutte le partite di campionato, tranne che una, pareggiata. Il Calcetto Spello è una squadra che negli ultimi due anni si è rinforzata moltissimo, mettendo insieme un ottimo mix di entusiasmo e di esperienza: mister Bevilacqua, storico secondo di Massini al Mounting, può contare su Nicola Chiocchi (anche una C1 vinta con la maglia della Grifo Caminetti, più di 200 gol in carriera con la maglia del Calcetto Spello, ndr), Marco Proietti Susini e Mauro Paris, freschi vincitori dei playoff nazionali di C1 con il Mounting Foligno lo scorso anno (nonché vincitori della Coppa Italia di C1, sempre col Mounting Foligno, un anno fa, contro il Calvi, ndr), Simone Filippucci a difendere la porta, Mattia Tomassini come ultimo (che due stagioni fa, con la maglia dell’Insula Romana, fece il double, aggiudicandosi il campionato e la Coppa Italia di categoria di C2). Matteo Cotugno, altro pivot molto quotato, che sta ritrovando a suon di gol lo smalto degli anni del Calcetto Foligno, quando arrivò anche a vincere i playoff regionali di C1, dopo delle annate al Mounting non esaltanti. Tutti questi affiancati agli storici Pieroni, Del Pia ed al talentuoso Diego Roscini, un vero e proprio funambolo capace di inventarsi qualsiasi giocata in qualunque momento del match. Un Calcetto Spello che ha, indiscutibilmente, un’arma in più: un tifo che farebbe invidia a molte squadre di calcio di Eccellenza.

Un manipolo di spellani che seguono la squadra ovunque, anche in trasferta e che sono l’arma in più della squadra di Bevilacqua. Proprio per questo, chiediamo a tutti gli angelani ed a tutti i nostri tesserati, di passare il pomeriggio dell’Epifania a sostegno della squadra di mister Pergalani, oltre che per ovvi motivi di campanile, anche dati gli ottimi rapporti che legano la società di Dalla Nave e Tarpanelli, con quella di Tosti. Il via del match è fissato per le ore 17:00, ripetiamo, al Palazzetto di Cannara.

Per tutti coloro i quali non possono essere presenti all’evento, ma sono curiosi comunque sia di conoscere in tempo reale come sta andando la finale, lo staff giornalistico dell’Angelana calcio “offre” la diretta anche di questo match, attraverso l’applicazione goalshouter.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*