Unipegaso

Santa Maria degli Angeli, OFM scambio di doni e di pace

assisiofm.it  ASSISI – Questo pomeriggio p. Fabrizio Migliasso OFM, Custode della Porziuncola, insieme ad una rappresentanza dei Frati Minori di Santa Maria degli Angeli, si è recato all’abbazia di San Pietro in Assisi dove è stato accolto dal Priore Cipriano Carini OSB. L’incontro avviene ogni anno in prossimità del 21 marzo ed è l’occasione per la consegna dell’obolo affittuario ai Monaci Benedettini per la piccola cappella della Porziuncola. La simbolica “quota di affitto” annuo consegnata dai francescani consiste in una cesta di pesce per volontà dello stesso Poverello di Assisi dal momento in cui ricevette dai monaci di San Benedetto al Subasio la piccola porzione di terra (da cui “Porziuncola”) nella piana assisana e l’annessa chiesina dedicata alla Vergine degli Angeli.

In un clima di preghiera, semplice e fraterna, i Frati e i Monaci hanno rievocato l’episodio (vedi il video) nel quale si racconta della ricerca da parte dei primi Frati di un luogo che potesse accogliere le numerose vocazioni con le quali il Signore arricchiva l’Ordine e la Chiesa. Da qui il dono della Porziuncola ed il desiderio di Francesco di rimanere fedele al proposito evangelico di vivere senza nulla di proprio.

La Porziuncola, così, fin dall’inizio è stato per Francesco e per i suoi frati il luogo del ritrovo, dei Capitoli, della piena comprensione della vocazione missionaria nello stile “francescano” e poi luogo in cui fu accolta alla vita religiosa Chiara d’Assisi, il luogo del Perdono di Assisi ed infine il luogo del beato transito: l’incontro che Francesco ebbe con Sorella Morte.

La celebrazione si è conclusa con un abbraccio di pace, con lo scambio di doni tra le due Comunità religiose (i benedettini hanno generosamente ricambiato l’offerta dei pesci donando ai frati del buonissimo olio di oliva) e con un breve momento di fraternità grazie ad un rinfresco offerto dai Monaci di S. Pietro e condiviso con tutti i presenti, bimbi e adulti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*