Sbarchi a Lampedusa, Assisi deve farsi promotrice di una iniziativa per porre fine alla tragedia

E’ quanto emerso ieri sera alla Pro Loco di Rivotorto nel corso della presentazione del volume AFFONDO che tratta delle immani tragedie che toccano agli africani che su barconi fatiscenti, cercano di raggiungere il “sogno europeo,”un sogno che naufraga nel Mediterraneo ormai cimitero a cielo aperto. L’intento della Pro loco che ha organizzato l’evento, ha spiegato la Vice Presidente Maria Aristei Belardoni moderatrice dell’incontro, era quello di ricordare con una iniziativa incisiva, la visita di Papa Francesco ad Assisi e a Rivotorto.

Nei discorsi di Assisi il Papa ribadisce con decisione l’urgenza di occuparsi dei fratelli, ultimi e soffrenti, in modo radicale, sull’esempio del Poverello che“ si spogliò di sè” per gli altri.”

La presentazione del libro AFFONDO scritto, con un cuore che brucia, da parte di un figlio dell’Africa Jean Baptiste Sourou, ci è sembrata adeguata. L’eloquente relazione sul testo del Professor Massimo Zubboli, l’appassionato intervento dell’autore, la lettura dei più toccanti brani, da parte dell’Associazione Nubirì, hanno coinvolto in maniera straordinaria la folta platea interessata e sensibile. Il Dottor Sourou ha lanciato un forte appello affinché da Assisi, città della Pace, parta una iniziativa importante e decisiva per porre fine alla tragedia degli immigranti sul Mediterraneo.

Come sempre, particolarmente centrato, il contributo del Sindaco di Assisi Claudio Ricci che presente all’evento, ha elogiato l’iniziativa sottolineando che non “ si poteva pensare un modo migliore per ricordare la visita di Papa Francesco ad Assisi che, il 4 Ottobre scorso, arrivato al mattino gia’ turbato per il naufragio di Lampedusa avvenuto il giorno prima, ha continuato nei vari discorsi della giornata a sollecitare tutti ad aiutare quei fratelli sofferenti e a mettere il dito nelle piaghe della società e quella di Lampedusa è la più dolorosa”.

Nella seconda parte della serata il Presidente della Pro Loco Luca Tanci ha ricordato come Rivotorto lo scorso 4 Ottobre, ha accolto Papa Francecso: i preparativi, l’attesa, la gioia e l’orgoglio per questo evento. Il Parroco di Rivotorto P. Gianmarco Arrigoni che aveva accompagnato il Pontefice nella visita al Sacro Tugurio, commentando le numerose foto e i video che scorrevano, ha sottolineato gesti, sguardi e abbracci inediti rivolti ai malati e ai sofferenti da parte del Papa che non a caso ha scelto di chiamarsi Francesco.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*