Primi d'Italia

Il sindaco Claudio Ricci in visita per l’anno francescano spagnolo

il Sindaco Claudio Ricci in Visita per l'Anno Francescano SpagnoloSantiago De Compostela (Spagna), 24 e 25 luglio 2014: il Sindaco Claudio Ricci parteciperà alle cerimonie ufficiali, religiose e istituzionali, per la festa dell’Apostolo Giacomo (il maggiore) Patrono della Spagna che, in questa edizione 2014, assumono particolare rilevanza per Assisi (l’Umbria e l’Italia) in quanto si sta celebrano, in Spagna, l’anno francescano (per gli 800 anni dal pellegrinaggio di San Francesco d’Assisi a Santiago De Compostela).
Il Sindaco Claudio Ricci (nel 2008 é stato firmato il gemellaggio con Santiago), accompagnato dal Prof. Paolo Caucci e dal Prof. Francisco Singul, visiterà la mostra “San Francesco lungo il cammino di Santiago” (aperta recentemente a Santiago, già visitata da migliaia di persone, e ampliata rispetto a quella svolta in Assisi nel 2013) e accoglierà all’arrivo i pellegrini, in viaggio (a tappe) dal 2 agosto 2013 (la scorsa festa del Perdono di Assisi), che giungeranno a Santiago dopo aver ripercorso, a piedi, il cammino di Francesco da Assisi (nel 1214) attraverso la Francia e la Spagna.
Sono in programma i rituali incontri istituzionali, con il Comune di Santiago, la Regione Galizia e il Governo Spagnolo, nel corso delle celebrazioni che includono: il concerto augurale, la spettacolare notte di fuoco e la Santa Messa con la tradizionale accensione e oscillazione, in Cattedrale, del grande incensiere.
L’anno francescano, con le numerose iniziative programmate in Spagna, é un momento importante per la promozione culturale e turistica di Assisi e dell’Umbria sperando, in tempi brevi, nell’attivazione di un volo “di linea” Perugia/Madrid per intercettare anche i flussi turistici provenienti dal Sud America e correlati a Papa Francesco (foto, repertorio, il Sindaco di Assisi a Santiago con la Regina Sofia, il Presidente della Regione Galizia e il Console Onorario di Spagna in Umbria).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*