Sindaco replica a Paoletti: “Dal consigliere nessun valore aggiunto”

Variazione di bilancio, investimenti del comune di Assisi
TONINO LUNGHI

Sindaco replica a Paoletti: “Dal consigliere nessun valore aggiunto”.

dall’Amministrazione Comunale
Replichiamo alla ennesima sconcertante esternazione del consigliere Leonardo Paoletti (quel consigliere che, per ambizioni inappagate, persiste a fare opposizione continuando a sedere sui banchi della maggioranza), non per rispetto alla sua personale espressione politica, ma per approfittare di un’occasione che, in ultima analisi, ci consente di pubblicizzare ulteriormente un evento che da quattro anni sta offrendo a questa amministrazione, in maniera sempre crescente, lusinghieri traguardi.

Con la manifestazione “UNTO” abbiamo creato nel centro storico della città, nel cuore di Assisi, fuori dai percorsi classici, una vetrina insolita ma di eccezionale impatto ad una categoria di operatori economici in affanno, come gli imprenditori agricoli del territorio, per valorizzare le nostre produzioni, i nostri artigiani, le nostre tipicità, coinvolgendo nel contempo tutti gli attori del sistema turistico locale.

Le sempre crescenti adesioni a questo impegnativo e proficuo evento stanno a suggellarne un innegabile successo, riconosciuto non soltanto dagli interessati e dalle decine di migliaia di visitatori ad ogni edizione, ma anche dall’apprezzamento generalizzato della stampa regionale e nazionale, oltreché specializzata.

È proprio di oggi un titolo di giornale che sintetizza al riguardo: “Così il turismo va liscio come l’olio”.

Si tratta, anche, di un modello in sintonia con quello di un’Italia minore che si rivolge alle persone che amano il buon vivere in un contesto ambientale sostenibile, e che consente di vivere esperienze uniche e affascinanti.

Ma il consigliere Paoletti, che anche dentro la città si sposta in “auto storica”, dissente e si mette a fare il populista di comodo: “non si può bloccare il centro storico al passaggio delle auto, al transito dei tassisti”.

Perché Leonardo Paoletti, quando non si organizzano eventi, strilla che la città è abbandonata, quando si allestiscono manifestazioni importanti per tutto il tessuto economico del territorio (anche per i tassisti), protesta la propria insoddisfazione.

Sindaco replica

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*