Siti Unesco, Claudio Ricci termina mandato

Cerveteri, 4 luglio 2014: si é svolta, in mattinata, l’assemblea dei beni e siti italiani patrimonio mondiale UNESCO (in Italia i siti UNESCO sono 50, al primo posto fra i 161 Stati membri, e in totale, al mondo, sono 1007 i luoghi patrimonio dell’umanità); l’occasione includeva anche le celebrazioni per il decennale dall’inserimento di Cerveteri, per la cultura e gli scavi archeologici etruschi, nella lista UNESCO (insieme a Tarquinia).

Claudio Ricci (Sindaco di Assisi), dopo due mandati da presiedente (2009/2014), il limite previsto dallo statuto, ha concluso il suo impegno e l’assemblea (erano presenti anche numerosi dirigenti, funzionari del Ministero dei beni culturali e il Sottosegretario Ilaria Borletti Buitoni) lo ha nominato, in modo unanime, “presidente onorario”.

Il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci, che ha ospitato l’assemblea, e il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti hanno partecipato alle iniziative della giornata durante la quale é stato eletto il nuovo presidente (2014/2017) nella figura di Giacomo Bassi (Sindaco di San Gimignano) a cui Claudio Ricci ha formulato i migliori auguri di buon lavoro, auspici di ampi risultati e assicurato tutto il sostegno della città di Assisi e dei siti UNESCO italiani. Vice Presidenti dell’associazione sono stati nominati i comuni di Verona, Cerveteri e Piazza Armerina; Consiglio Direttivo: Vicenza, Ferrara, Assisi, Firenze, Fondazione Dolomiti, Barumini, Alberobello, Urbino e Mantova.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*