Sivori e i suoi Carabinieri non mollano la presa, “pizzicati” cinque romeni, tutte “facce note”

Maggiore Marco SIVORI

ASSISI – Girovagavano in auto nella zona industriale di Torgiano, di notte e non certo per cercare aziende dove fare compere i cinque romeni bloccati dai Carabinieri di Assisi e da quelli della locale stazione. Otto macchine dell’Arma in circolazione danno il senso di quello che il maggiore Marco Sivori, su indicazione del comando provinciale dei Carabinieri di Perugia, ha messo in campo per contrastare l’aumento esponenziale dei furti sul territorio comprensoriale, Assisi, Bastia Umbra, Cannara e Bettona. In questo caso, compreso Torgiano che è della Media Valle del Tevere.   Ieri sera i Militari dell’Arma hanno fermato una Bora Volkswagen, appunto, nell’area industriale torgianese. All’interno cinque romeni, tutti con precedenti “pesanti” per furto e reati contro contro la proprietà privata. Al controllo, però, in auto non avevano nulla. Alla verifica della loro identità, però, è pero’ emerso che su uno di loro gravava un decreto di espulsione dal territorio italiano, che i Carabinieri, al seguito del Maggiore Marco Sivori, hanno immediatamente fatto rispettare. Per gli altri 4, invece, è scattato il foglio di via dal Comune di Torgiano. Tutti i romeni erano residenti a Roma e quindi in “trasferta”, evidentemente, per preparare qualche colpo. Sono tutti nati tra il ’78 e il ’93. Anche ieri sera, sull’intero territorio di competenza, Sivori ha dispiegato una quindicina di militari.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*