Unipegaso

Sorvegliato speciale denunciato da Polizia, ha obbligo soggiorno in Assisi

PERUGIA – Nel pomeriggio del 21 luglio personale della Squadra Volante, diretta da Adriano Felici, hanno sottoposto a controllo i due occupanti di una Fiat Stilo che sostava in Via Ferrini. Costoro, al momento dell’arrivo degli agenti, avevano appena terminato di consumare eroina e ciascuno aveva ancora in mano una siringa; di conseguenza, è immediatamente scattata la perquisizione nei loro confronti. I due uomini non avevano con sé ulteriore sostanza stupefacente; tuttavia, all’interno di una borsa caricata sull’auto, i poliziotti hanno trovato ben nove coltelli di vario genere, oltre ad un affilatore di lame, una pinza e un taglierino.

Alla conseguente richiesta di spiegazioni, il proprietario della Fiat Stilo, V.S., anno 1972, ha ammesso che tali oggetti erano suoi, senza peraltro giustificare in alcun modo la loro presenza a bordo dell’auto. Pertanto il soggetto, che aveva a suo carico anche precedenti per rapina, è stato denunciato dalla Polizia per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.
Inoltre, trattandosi di soggetto residente fuori regione, nei suoi confronti è stato avviato l’iter per l’emissione di un foglio di via con divieto di ritorno nel comune di Perugia.

Quanto al secondo occupante dell’auto, gli agenti, a seguito di un controllo al terminale, hanno scoperto che si trattava di L.F., anno 1965, ampiamente noto alle forze dell’ordine in quanto pluripregiudicato per reati contro la persona e contro il patrimonio. Costui è attualmente gravato dalla misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Assisi. Non avendo rispettato tale prescrizione, i poliziotti lo hanno arrestato in flagranza di reato e L.F., nella mattinata di mercoledì, sarà processato per direttissima. Infine, poiché i due soggetti sono stati sorpresi nell’atto di consumare eroina, la Polizia ha provveduto a segnalarli per uso personale di sostanze stupefacenti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*