Successo ad Anacapri della mostra del pittore Pascal Millucci e del Serafico di Assisi

(Anacapri) Dal festival popolare delle arti, “Anacapri incontra l’arte”, patrocinato dal Comune di Anacapri e organizzato dalla Pro Loco di Anacapri, dal 23 al 28 luglio, lungo le stradine e le piazze del centro storico si è tenuta la mostra itinerante all’aperto con l’esposizione di opere create dagli artisti provenienti da tutto il mondo.

In questa singolare manifestazione, il pittore Italo Francese Pascal Millucci è stato invitato a partecipare quale ospite così da poter presentare la sua innovazione nella realizzazione dei ritratti d’autore su materiale quale il plexiglas.

L’anima del pittore Pascal non smette mai di mostrare la sua volontà di coinvolgere, nelle sue iniziative e partecipazioni ad eventi , anche altri artisti ed in questa mostra di Anacapri, Pascal, ha coinvolto, per sua iniziativa, l’Istituto Serafico di Assisi posizionando nel suo stand, allestito sulla piazzetta del centro, le opere realizzate dai ragazzi diversamente abili: “le opere di questi ragazzi esprimono un linguaggio naif per la brillantezza dei colori” – ha dichiarato Pascal al ritorno della cinque giorni – le opere del Serafico hanno riscosso particolare apprezzamento per la loro freschezza di esecuzione che solo l’innocenza di un bambino autodidatta è in grado di esprimere e non a caso tutte le opere esposte sono state vendute ed il ricavato servirà a sostenere le attività dell’Istituto “.

Il pittore Pascal, con questo gesto, ha dimostrato ancora una volta di possedere una grande sensibilità e generosità ed è stato il vero protagonista del festival ” Incontra l’arte” creata ed organizzata da Carmine Fiore e Monica Mussoni con la presenza anche di alcuni pittori umbri tra i quali, si segnala, Roberto Rossi Banfi.

A seguito del successo e dell’apprezzamento ottenuto dalla critica e dal pubblico, per la prossima edizione del 2015, l’organizzazione della mostra ha già confermato la partecipazione (quali ospiti) non solo di Pascal Millucci ma anche del Serafico di Assisi.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*