TEDxAssisi, il primo realizzato in Umbria

TEDxAssisi è il primo TEDx organizzato in Umbria, in una delle città italiane più conosciute al mondo.

L’evento si terrà ad Assisi il 5 novembre 2015, dalle ore 10.00 alle 18.00, presso il Palazzo del Monte Frumentario, una delle location più suggestive del territorio, in collaborazione con Città di Assisi – Assessorato alla Cultura. Città ospitante e spirito dell’evento sono strettamente collegati: il tema di TEDxAssisi, infatti, è back to simplicity (ritorno alla semplicità).

Serena Morosi – Assessore alla Cultura del Comune di Assisi: “L’Assessorato alla Cultura della Città di Assisi continua a proporre occasioni di crescita non unicamente per il nostro territorio ma per la Regione intera. Avere TEDxAssisi vuol dire stimolare oggi quel rinnovato coraggio che viene richiesto ai nostri giovani, ai nostri imprenditori, ai nostri creativi, alla nostra gente.

È ormai improcrastinabile acquisire una nuova disposizione mentale, che consenta di “pensare innovativo” e operare con una nuova impostazione, che guardi al passato come risorsa ma soprattutto si orienti al futuro con competenza, atteggiamento propositivo e creatività. Solo così possiamo credere nel progresso. TEDxAssisi, grazie alla presenza di numerosi esperti e la presentazione di casi-studio di successo nell’ambito dell’economia, dell’informazione, dell’impresa, dell’impegno sociale, è un’occasione importante di riflessione, spunto e condivisione di esperienze, metodi, prassi, idee vincenti”.

TEDxAssisi
Gli eventi TEDx si svolgono in ogni parte del mondo e tutti sono mirati alla diffusione di idee che possano migliorare la comunità locale e il modo di pensare dei singoli individui, per innescare poi cambiamenti a livello globale.

La scelta di Assisi deriva dall’assoluta unicità della città che ha tutte le carte in regola per esprimere il valore culturale che la circonda, oltre l’indiscusso impatto spirituale noto al mondo intero.

San Francesco è stato un grande modello di semplicità; proprio questa caratteristica potrebbe essere la chiave per insegnare al mondo come uscire dall’entropia, intesa come tendenza al disordine e appiattimento di un sistema: la società in cui viviamo. La semplicità è così potente da aver spinto molti saggi nei secoli a scoprire la purezza e a rimanere focalizzati sull’ambiente e sulle tradizioni locali.

Seguendo il motto di TED, “ideas worth spreading” (idee che vale la pena diffondere), nei talk di TEDxAssisi ascolteremo le esperienze di chi:

 

  • con materiali semplici costruisce nuovi modelli di apprendimento
  • attraverso la tecnologia condivide gratuitamente conoscenze e strumenti
  • agisce in realtà locali costruendo reti e vantaggi globali
  • trasforma una condizione di svantaggio fisico o mentale (diversabilità o malattia) in una risorsa per sé e per gli altri

 

Il pubblico potrà assistere alla conferenza in prima persona prenotando un posto in sala, oppure seguendo la diretta streaming. Alcuni interventi saranno in inglese, ma tradotti in tempo reale in italiano; ogni speaker nel suo talk racconterà la propria esperienza in un tempo massimo di 18 minuti.

L’evento è riservato a sole 100 persone paganti; sarà trasmesso in diretta streaming e diffuso su tutti i canali social da HootSuite, la piattaforma di gestione dei social network più diffusa al mondo e con la quale è stata già sottoscritta una collaborazione. 

Che cos’è TED?

TED (Technology Entertainment Design) era all’origine solo una conferenza annuale che si tiene a Monterey. Adesso è un format che dalla California si è diffuso in tutto il mondo, diventando sinonimo di innovazione, non solo per i suoi contenuti, ma anche per il suo spirito, riassunto nello slogan “ideas worth spreading“, idee che vale la pena diffondere. Raccontate dalla voce di chi le ha.

TED riunisce i principali pensatori e attuatori del mondo per condividere idee all’avanguardia in ogni disciplina — tecnologia, divertimento, scienza, design, discipline umanistiche, affari e sviluppo, in più di 100 lingue. Hanno calcato il palco personaggi del calibro di Jane Goodall, Bono Vox, Bill Gates, Isabelle Allende, Bill Clinton, Al Gore, Jeff Bezos (Mr. Amazon), il co-fondatore di Wikipedia Jimmy Wales e i co-fondatori di Google, Sergey Brin e Larry Page. Nel 2012 il sito TED è stato visitato da un miliardo di persone; oggi è uno dei siti più visitati al mondo, con un milione e mezzo di contatti al giorno. Nello stesso anno sono state rilasciate 5000 licenze TED in 97 paesi. 

Cos’è il TEDx?

TEDx sta per “independently organized event”, ovvero, “evento organizzato in maniera indipendente”. Nello spirito del motto “ideas worth spreading”, TED ha creato TEDx, un programma di eventi locali indipendenti che seguono il modello guida fornito. La finalità di TEDx è diventare un forum locale di idee all’interno di una comunità che ispiri le persone a cambiare la loro vita, il loro futuro, il mondo intero.  

Ecco i 12 speakers di TEDxAssisi  

  • Elena Brescacin è una web developer e tester dell’accessibilità di siti e app mobile, presso l’azienda NTT Data Italia. Non vedente dalla nascita, appassionata di tecnologia fin dal 1989, si occupa di trovare le migliori soluzioni tecnologiche per semplificare al meglio l’uso di computer, smartphone e tablet da parte di persone con disabilità visiva. Il titolo del suo Talk: Condividi per combattere il pregiudizio

 

  • Leonardo Cenci è il fondatore di “Avanti Tutta Onlus”, associazione che ha l’obiettivo di promuovere l’affiancamento della attività motoria/sportiva alla terapia medica, nella convinzione che lo sport e la mentalità sportiva siano forti alleati per combattere tutte le malattie. Cenci è un appassionato maratoneta nelle fila dell’Avis di Perugia e responsabile commerciale presso un’azienda del capoluogo perugino; da 3 anni combatte contro il cancro che lo ha colpito.

Il titolo del suo Talk: Stile di vita sano, mente sana = qualità della vita eccellente! 

  • Antonia Colasante è psicologa, psicoterapeuta e facilitatrice certificata per il metodo Lego© Serious Play®, ha trascorso gran parte della sua vita lavorativa occupandosi di comunicazione e di temi legati alla formazione. Attualmente lavora come consulente e formatrice presso Agenfap (www.agenfap.com), aiutando imprese e dirigenti a ottimizzare online la loro presenza e quella dei loro brand attraverso il corporate storytelling. Il titolo del suo Talk: Lo storytelling incontra i mattoncini Lego
  • Robin Good è un pensatore indipendente, un piccolo editore online, un collaudatore e promotore di nuovi strumenti e servizi digitali e un imprenditore. La sua area di interesse è lo studio delle metodologie e degli strumenti più efficaci per fare marketing, giornalismo e formazione. Presente nel web dal 1998, è stato il primo piccolo editore in Europa a fatturare più di un milione di dollari a Google.

Dal 2004 è il primo cittadino italiano che, occupandosi di content curation online, ha ufficialmente abbandonato l’attività di consulenza tradizionale per vivere esclusivamente di Internet.

Il titolo del suo Talk: Per cosa combatto 

  • Marianna Marcucci studia da anni le opportunità che il web può offrire al mondo del turismo, dell’arte e della cultura. È senior consultant per “Mind Lab Hotel”, una società che aiuta gli albergatori a prendere confidenza con marketing, social media e revenue management; è co-founder di Invasioni Digitali, un’iniziativa bottom-up nata nel 2013 per promuovere la cultura, la storia, la bellezza attraverso il web e i social network coinvolgendo le persone.

Il titolo del suo Talk: La curiosità è un atteggiamento

  • Sonia Montegiove è presidente di LibreItalia onlus, membro di The Document Foundation, analista programmatore e formatore, giornalista pubblicista. Fa parte della redazione di Girl Geek Life, è responsabile editoriale del canale sul software libero di Tech Economy, è contributor di LibreItalia e Orizzonte Scuola.

Il titolo del suo Talk: La condivisione: dai nostri nonni il metodo più semplice per innovare 

  • Eva De Marco si definisce un ingegnere in evoluzione. Laureata nel 2003 in Ingegneria Civile, ha intrapreso la libera professione occupandosi di calcoli strutturali in ambito civile e industriale. Nel 2012 trova la sua strada e fonda l’app Orto in Tasca, che permette di essere sempre aggiornati sulle aziende agricole che vendono prodotti di propria produzione a livello locale.

Il titolo del suo Talk: Lo sviluppo di un’app attraverso le emozioni

  • Cristina Rigutto è una comunicatrice aziendale, una ricercata speaker e un’autrice di libri sulla comunicazione scientifica. Da più di 25 anni opera come innovatrice, consulente e formatrice nel campo della comunicazione strategica. I suoi interventi si concentrano sul mondo della tecnologia in costante evoluzione e il suo impatto sulla comunicazione scientifica.

Il titolo del suo Talk: L’economista nella torre d’avorio

  • Raniero Regni laureato in Filosofia presso l’Università di Perugia nel 1980 è Dottore di Ricerca in Pedagogia presso l’Università Roma Tre nel 1988, professore Ordinario di Pedagogia sociale presso il Dipartimento di Scienze Umane della LUMSA di Roma, dove insegna anche Educazione degli adulti e Pedagogia interculturale. È docente presso il Montessori Training Center di Perugia nel corso Montessori per Casa dei Bambini. Ha tenuto conferenze presso molte università europee ed è relatore ai congressi organizzati dall’AMI (Association Montessori Internationale) in Europa e negli Stati Uniti.

Il titolo del suo Talk: Montessori per l’infanzia: una complessità risolta

  • Andrea Tittarelli dopo la maturità scientifica inizia l’esperienza nel campo socio-sanitario, consegue la Laurea Magistrale in Ricerca e Programmazione delle Politiche Sociali, un Diploma di Alta Formazione in Fundraising e un Master in Gestione Imprese Sociali. Con l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici progetta e collabora alla realizzazione e alla gestione de La Semente, centro diurno – fattoria sociale – distretto rurale, per l’avviamento e l’inserimento lavorativo di soggetti con handicap.”

Il titolo del suo Talk: Agricoltura sociale: le persone e l’ambiente come linfa per una nuova economia 

  • Eugenio Vitanza (UsuArdo) ha frequentato l’Università di Catania laureandosi nel 2015 in Ingegneria Informatica. Dopo aver partecipato a competizioni di robotica, durante un tirocinio formativo scopre l’enorme potenziale della realtà virtuale ed i benefici dei Serious Games applicati al campo medico. Attualmente lavora presso Behaviour Labs, una start-up che sviluppa soluzioni software spaziando dalla robotica alla realtà virtuale in ambito salute e benessere.

Il titolo del suo Talk: L’ossimoro della realtà virtuale 

  • Fabio Zaffagnini Ha lavorato per molti anni presso l’Istituto di Scienze Marine del CNR di Bologna come geologo, occupandosi di survey ed analisi dati. Nel 2014 ha fondato Trail Me Up, una start up che realizza sistemi di realtà virtuale aumentata, attraverso la quali gli utenti possono visitare sentieri e luoghi remoti in giro per il mondo. Zaffagnini è l’ideatore e il coordinatore di Rockin’1000, un evento in cui 1000 musicisti hanno suonato il brano “Learn to Fly” dei Foo Fighters per invitare la band statunitense a Cesena. Il video dell’evento ha superato 24 milioni di visualizzazioni.

 

Le macroaree di TEDxAssisi: sfumature della semplicità

Si fa presto a dire semplicità. La semplicità è parte integrante della vita e, proprio per la varietà delle nostre esistenze, può assumere molteplici sfumature e significati. Paradossalmente, è tutt’altro che semplice da descrivere nella sua interezza. I talk sono divisi in macroaree a uso e consumo del pubblico, ma tra i vari interventi non ci sono grandi differenze: tutti gli speaker infatti sono accomunati dalla volontà di raccontare un’esperienza vissuta in prima persona, con tutti i limiti che un pensiero soggettivo può avere – ma anche con tutte le sue potenzialità, ed è questo che rende TEDx così interessante.

Ecco quindi le quattro macroaree tematiche dei talk di TEDxAssisi:

  • LEARNING (apprendimento)

Che seguiamo un metodo intuitivo o deduttivo, siamo abituati a pensare all’acquisizione di conoscenza come un processo verticale. E se intorno a noi ci fossero strumenti altrettanto efficaci per raggiungerla? Fogli di cartone da piegare per vedere al loro interno mondi incredibili, mattoncini da incastrare per costruire insieme nuove idee, oggetti tridimensionali al posto di una piatta lavagna da guardare per apprendere nuovi concetti… Cosa scopriremmo percorrendo sentieri inesplorati per sbloccare le nostre abilità? 

  • SHARING (condivisione)

Hai appena avuto una grande idea. Non sarebbe fantastico se le altre persone percepissero l’entusiasmo nelle tue parole e iniziassero a interessarsi a qualcosa che non conoscevano fino a quel momento? Se metti a disposizione uno strumento gratuito hai un vantaggio indiscusso: più le persone lo usano, più puoi renderlo user friendly tenendo conto dei loro feedback spontanei. E quando scopri un posto meraviglioso, perché non farlo sapere a tutti e diffonderne la bellezza? Allora, vuoi ancora tenere tutto per te?

  • GLOCAL (glocalizzazione)

Se il mondo è la tua casa, il tuo ufficio può essere ovunque, anche su un’isola. Se un’idea funziona, può andare a spasso per il mondo anche senza di te, nello zaino di altri sconosciuti viaggiatori. Se la tecnologia serve a migliorare la vita delle persone, può aiutarci a sfruttare al meglio le più piccole e preziose risorse offerte dal posto in cui viviamo.

  • RESILIENCE (resilienza)

La malattia e la diversabilità ci ricordano che è la vita a dettare le regole e non sempre siamo in grado di accettarlo. Ci sono poi persone speciali che non si fermano davanti agli ostacoli, fanno tesoro della diversità e la trasformano in un’opportunità per tutti, come un’organizzazione no profit o addirittura un’impresa.

Sponsor e patrocini

TEDxAssisi è patrocinato dalla Regione Umbria e da Confindustria Umbria.

Sponsor: Fuoritinerario – Discover Your Italy, La Semente – Coltivatori d’intenti.

Sponsor tecnici: Hootsuite, Nexo Corporation, Le Stampe Di Alice, Asterisco Pubblicità, Ideastars, ESN Perugia | Erasmus Student Network.

TedxAssisi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*