Travicelli, gli auguri per inizio anno scolastico ad Assisi

Assisi, bilancio previsione 2016-2018, Travicelli di sì

Travicelli, gli auguri per inizio anno scolastico ad Assisi

da Claudia Maria Travicelli
(Presidente 3°Commissione Consiliare)

In qualità di Presidente della Terza Commissione Consiliare del Comune di Assisi,con piacere e speranza,in occasione dell’apertura dell’anno scolastico 2015/2016,voglio augurare un buon lavoro a tutte le componenti del mondo della scuola e portare un saluto particolare a tutti gli studenti e alle loro famiglie. 

Sono vicina a loro,nel momento e nei tempi che corrono,caratterizzati da una forte crisi economica,che crea non poche difficoltà anche,a tutto il sistema scolastico,creando molteplici tagli ai bilanci di tutte le Amministrazioni. Ma forte,è altresì la mia convinzione che si debba dare e fare il massimo per sostenere il ruolo principale e il mondo altrettanto delicato della  scuola e dell’intera istruzione.La formazione dei nostri figli,deve essere al primo posto, l’attenzione massima deve essere sempre data,iniziando dai più debole per arrivare ai più fortunati,questo è anche a mio avviso,il ruolo fondamentale che debbono avere i nostri Comuni .Come Amministratore della città di Assisi,vigilerò affinché  il Comune di Assisi non faccia mancare il proprio ed importante sostegno.Ho sempre considerato l’istruzione uno dei pilastri fondamentali nella nostra società, convinta che anche in momenti di crisi economica e finanziaria, non si debbano mai trascurare i grandi sacrifici e le enormi difficoltà delle nostre famiglie,che è inutile ricordare ,fanno una grande fatica per arrivare alla fine del mese.La politica moderna,fatta di tante chiacchiere,di tanti proclami, deve una volta per tutte fare la sua parte,deve compiere dei “gesti concreti”. Bisogna smettersela con le barzellette,con i tanti spot televisivi o articoli giornalistici,è finita l’era delle delusioni e delle continue campagne elettorali,non si possono fare solo chiacchiere e promesse,si deve agire rispettosamente con le azioni ed è questo che noi tutti ci aspettiamo,da troppo tempo e speriamo per il prossimo futuro. L’istruzione,il sapere hanno bisogno di speranze,di futuro e di investimenti,basta con questi tagli fatti alla cieca,lo si vede iniziando dal governo centrale,dove non sempre si lotta contro una marea di sprechi.” Cambiare,cambiare e ancora cambiare…”questa è la parola d’ordine,più istruzione per tutti e non solo per chi se lo può permettere. Concludo con un saluto e un pensiero per chi neanche quest’anno avrà il suo posto nell’insegnamento, spero che ci sia una vera svolta,una nuova strada per questo mondo.È una sfida,che noi amministratori insieme alle ragazze,ai ragazzi e ai docenti tutti dobbiamo,oggi più che mai raccogliere.

Di cuore,alle alunne,agli alunni,ai Dirigenti,a tutto il personale docente e non docente,alle famiglie rivolgo un caro saluto e l’augurio di un buon lavoro.

Travicelli

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*