Turista canadese scomparso, proseguono le ricerche ad Assisi (video)

Maggiore Marco SIVORI Comandante Compagnia di Assisi

Sono proseguite anche oggi, nella zona del Bosco di San Francesco, le ricerche del turista svizzero d’origine con passaporto canadese scomparso nel pomeriggio del primo ottobre.

A cercarlo sono i Carabinieri, i vigili del fuoco, la protezione civile, la polizia municipale di Assisi, una squadra della polizia di Stato del commissariato, con unità cinofile.

Il turista 79enne, Klaus Huber, da quanto appreso, non avrebbe fatto rientro al punto di ritrovo degli autobus, in Piazza san Pietro a d Assisi. Quel giorno era insieme alla moglie e un gruppo di persone sempre canadesi.

Le ricerche sono partite subito sia in ambito urbano, sia nelle aree rurali e intorno al punto della presunta scomparsa.

Le ricerche di oggi sono state suddividendo in quattro macro aree, in particolare nella zona del Bosco di san Francesco.

Le ricerche sono state attivate anche a livello nazionale e al momento nessuna traccia del turista. Non era una persona malata, ma sembra avere un principio di Alzheimer, cominciato a marzo, ma una forma molto lieve non tale da causarne la perdita. Forse un malore o forse avrebbe preso una corriera sbagliata. Il turista parla la lingua inglese ed ha doppio passaporto: svizzero e canadese.

[divider] [divider]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*