Un futuro per Assisi: come Forza Italia può recuperare il giusto peso politico

E' morto il "Poeta" di Assisi, non si vedeva da giorni

da Francesco Morini
Dopo il 31 maggio e le elezioni regionali che vinca o non vinca Claudio Ricci da governatore (ma tutti ce lo auguriamo) si apre il toto sindaco per le prox amministrative di Assisi del 2016. Ho imparato a decifrare lo scenario politico: Ma nonostante ne abbiamo parlato su piè fronti la scelta dovrebbe essere condivisa da tutte le forze del cdx.

Anzi io preferirei che venisse da Forza Italia quale casa dei moderati e con quei principi liverali/cattolici che Assisi ha bisogno: Da sempre al centro di tutte le scelte politiche che contano anche a carattere nazionale.

Così nonostante molte scelte condivise e di ottima rappresentanza nonché di competenza politica/amministrativa: Mi parlarono di una persona in particolare quale persona idonea a unire tutti i moderati cattolici assisani partendo da una prima scelta in Forza Italia: Parlo di Francesca Di Maolo presidente dell’Istituto Serafico di Assisi.

Competenza, notevole rappresentanza e la giusta dose di umiltá: La Di Maolo (di cui ho letto ogni notizia e informazione) presiede un Istituto da sempre all’avanguardia per i bambini disabili curandone ogni cura e educazione. Ora nella nostra epoca sembrano scontati ma all’epoca della sua fondazione e istituzione (di San Ludovico da Casoria frate canonizzato SANTO il 23 novembre a Roma da papa Francesco) erano una vera e propria rivoluzione perchè i bambini ciechi e sordomuti non avevano neanche accesso all’istruzione.

Ma oggi l’Istituto Serafico continuando l’opera del Santo di Casoria: Prosegue verso nuove mete nella cura e riabilitazione dei bambini e ragazzi con pluridisabilitá anche gravissime.

La sua presidente è una grande motivatrice oltre che sempre in prima linea verso un obiettivo comune che è “Il primato della vita!”. La persona quindi sarebbe un cardine fermo per le prox scelte: Unendo una buona dose di umiltá cui deve ripartire la politica da Assisi verso tutto il territorio nazionale. E chissà sperando che a molti vengano meno i propri principi personalistici ed egoistici dare la giusta convergenza anche verso una donna visto che si parla spesso di quote rosa e di pari diritti ripartiti uomo/donna.

Ricordo altresì che Forza Italia ha un altro Sindaco donna nelle vicinanze: Donatella Tesei riconfermata da poco sindaco di Montefalco. Che era pure nelle mire di Berlusconi per candidare alla presidenza dell’Umbria: Donna capacissima e di una ottima competenza politica/amministrativa.

Un appello a tutte le forze in campo: Restiamo uniti con un solo obiettivo. Da Ricci che ha rappresentato dieci anni di buona e sana amministrazione: Restituiamo agli Assisani la loro bella città fondando come base la buona dose di umiltà e pace serafica che nella politica c’è bisogno per ridare dignità e rispetto partendo dalla famiglia e dal lavoro.

Per Assisi questo mi auspico e propongo augurando a Ricci un futuro meritevole della sua persona (partendo dal governo Umbro) e mi auspico che il futuro sindaco di Assisi sia solo l’inizio del ritorno a parlare con tutte le persone di Assisi e italiane.

Francesco Morini Forza Italia Assisi

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*