Unitalsi molisana ad Assisi nel segno di Francesco

Venerdì 1 maggio 2015 in viaggio per due giornate di spiritualità a Collevalenza hanno fatto sosta ad Assisi un gruppo di circa 62 membri tra ammalati e operatori dell’Unitalsi molisana, accompagnati dai rispettivi presidenti di sezione e sottosezione Giuseppe Colucci e Vincenzo De Iasio, accolti da Suor Maria Rosaria Sorce, che più volte è stata a Lourdes con gli unitalsiani molisani, della Congregazione delle Suore Francescane Immacolatine che vivono e operano nel Vicariato di Assisi nella casa di S. Chiara da ben 25 anni e dai frati conventuali della Basilica di San Francesco che hanno messo a loro disposizione la Sala del pellegrino dove il gruppo ha sostato per il pranzo.

Poi grazie alla disponibilità di fra Marcello e ad un ascensore inaugurata dai frati di recente che dal Chiostro di Sisto IV conduce alla Cripta della tomba di San Francesco, anche gli ammalati in carrozzella e disabili hanno potuto con facilità accedere e sostare in preghiera presso la tomba del Serafico Padre San Francesco.

Poi a conclusione della giornata, sosta a Santa Maria degli Angeli per visitare la Porziuncola e fare esperienza del “perdono di Assisi” partecipando alla Messa delle 18.

In ricordo di questa comunione di preghiera e sensibilità condivisa verso la sofferenza dei fratelli, a nome della Congregazione che opera anche nella Diocesi di Campobasso, Suor Maria Rosaria ha donato una statua della Beata Teresa Manganiello (1849-1876) di Montefusco (AV), che ha speso la sua vita a servizio delle piaghe spirituali e materiali degli ultimi e dei poveri, terziaria francescana e ispiratrice della Congregazione fondata da un frate cappuccino P. Lodovico Acernese (1835-1916) di Pietradefusi (AV) di cui quest’anno ricorre il centenario della morte.
Suor Maria Rosaria Sorce

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*