Via Lattea corre al derby di trotto a Capannelle di Roma

Nuova uscita ufficiale per Via Lattea che scende in pista all’ippodromo di Capannelle a Roma nella giornata del derby di trotto, su 2.100 metri, con 770mila euro di montepremi, derby che si disputa oggi domenica 5 ottobre. Via Lattea è accompagnata da Sergio Carfagna, allevatore di Assisi e titolare della scuderia dove è nata la cavallina bianca, e da padre Danilo Reverberi, frate francescano team manager della scuderia.

Come sempre, è con mamma Melodiass che non la lascia mai. Nella sua sfilata ufficiale, acclamata da un foltissimo numero di bambini, ma anche di adulti, è stata guidata da Padre Danilo e da Giampaolo Minnucci, driver del grande Varenne. Presenti Giorgio Galvani e Marco Vinicio Guasticchi, autori del libro che fa conoscere ‘La scuderia dei miracoli’ e i suoi leggendari cavalli. La passerella di Via Lattea in pista è stata preceduta dalla presentazione del libro di Galvani e Guasticchi, coordinata da Ilaria Millozzi, a cui hanno partecipato oltre agli autori, Sergio Carfagna, Padre Danilo Reverberi e il professor Maurizio Silvestrelli.

Il volume, Futura Edizioni, con foto di Marco Agabitini, Enzo De Nardin, Guido Picchio e prefazione di Claudio Icardi, presentato oggi a Roma, racconta una storia di ‘miracoli’ legati a questa scuderia, chiamata anche ‘cartolina per il paradiso’, in un contesto di amore per i cavalli, di amicizia, di misticismo e di rispetto per la vita e per la natura. Come noto, il ricavato dalla vendita del libro verrà utilizzato in parte per la salvaguardia dei cavalli, in particolare quelli destinati al macello e alle corse clandestine, e in parte per sostenere l’attività a supporto della cavallina bianca.

“La puledra bianca nata ad Assisi lo scorso 4 aprile, ai piedi della Basilica di San Francesco, è un caso raro nel mondo e unico in Europa nella razza del trottatore Italiano” come ha fatto notare il professor Maurizo Silvestrelli, ordinario di Zootecnia alla facoltà di Medicina e veterinaria dell’Università degli Studi di Perugia e direttore del Centro studi del cavallo sportivo, riferimento nazionale per tutto il settore allevatoriale e mondo delle corse.

“I cavalli bianchi nascono, raramente, in tutte le razze ma per i trottatori a livello internazionale sono riportati solo due casi nello Standardbred: una femmina nata nel 1998 in Ontario (Canada) ed un maschio nato nel 2012 nel New Jersey (USA).” “Sergio Carfagna – ha dichiarato Minnucci – mi ha visto crescere, da lui per la prima volta sono andato con mio zio Umberto Francisci, con lui ho iniziato a guidare i cavalli di pregio come Pitagora che mi ha fatto vincere il primo Gran Premio e poi con Irina”. “È un onore per me essere accanto a lui e a questo prodigio della natura, pronta ad entrare nella leggenda del trotto”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*