Wte Unesco, le Eccellenze dell’Umbria, dal 10 al 13 ottobre 2015

Wte Unesco, le Eccellenze dell’Umbria, dal 10 al 13 ottobre 2015
Wte Unesco, le Eccellenze dell’Umbria, dal 10 al 13 ottobre 2015

Wte Unesco, le Eccellenze dell’Umbria, dal 10 al 13 ottobre 2015
Si terrà dal 10 al 13 ottobre prossimo l’edizione 2015 della manifestazione “Wte Unesco – Le Eccellenze dell’Umbria” riservata agli operatori del settore turistico. Grazie al supporto della Regione dell’Umbria e alla fattiva collaborazione con la Business Unit Turismo TTG Italia di Rimini Fiera, saranno oltre 60 i buyer turistici, una decina italiani, il resto stranieri, provenienti da Argentina, Brasile, Stati Uniti, Cina, Germania, Olanda, Paesi Scandinavi, Austria, Russia, Francia, India, e molti altri paesi obiettivo individuati in collaborazione anche con la Regione dell’Umbria che, durante i quattro giorni nel territorio regionale, avranno l’opportunità di conoscere da vicino l’offerta turistica locale, nei diversi segmenti, dal turismo culturale a quello religioso, dall’enogastronomico al luxury, passando per il naturalistico e l’outdoor.

Ai buyer presenti sarà riservato uno specifico educational tour sull’intero territorio umbro e un workshop b2b con gli operatori del settore finalizzato alla creazione di opportunità di business diretti.

Da Spoleto, con il suo territorio ricco di spunti per una vacanza all’insegna dell’arte, dell’enogastronomia, della natura e dello sport a Campello, fino ad Assisi, gli ospiti avranno l’opportunità di “toccare con mano” la versatilità dell’Umbria, con una particolare attenzione ai due siti Unesco della Regione, ovvero la Basilica di San Salvatore a Spoleto e il Tempietto di Campello sul Clitunno, inseriti nel sito seriale Italia Longobardorum e la città di Assisi stessa.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione, Marco Citerbo, AD della manifestazione, ha precisato che “elevata è stata la risposta non solo dei tour operator invitati, ma anche degli operatori umbri, che sono oltre 100, a dimostrazione della volontà di promuoversi e di farsi conoscere soprattutto da questi nuovi mercati.

Diverso sarà anche il percorso che abbiamo costruito per gli ospiti, portandoli un po’ in tutta la regione, da Città della Pieve a Spoleto, facendo loro percorrere la Spoleto-Norcia e non mancherà neanche un corso goloso alla Scuola del Cioccolato Perugina”.

Lunedì 12 ottobre alle ore 10.00 presso Relais Nun della città serafica si terrà anche il Convegno “Agricoltura e Paesaggio”, che vedrà gli interventi di Bernardino Sperandio, Presidente della Fondazione Villa Fabri sulla “narrazione del paesaggio olivato”, il Presidente della Strada dell’Olio Dop dell’Umbria Paolo Morbidoni su “Le strade della velocità e della lentezza”, Palma Bartolini della Team Dev sulla story Map Olivo e paesaggio e il Presidente dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Unesco, Giacomo Bassi sul tema attuale Paesaggio e Unesco. A conclusione del convegno l’intervento del Dott. Ciro Becchetti, Coordinatore regionale Agricoltura, Coltura e Turismo della Regione Umbria.

A proposito del sostegno alla candidatura del Paesaggio olivicolo umbro nell’ambito della biosfera Unesco, la Presidente Catiuscia Marini, intervenuta alla conferenza, ha precisato: “Dobbiamo provare a rafforzare anche elementi diversi della nostra regione, consolidando un’identità regionale attraverso un’offerta integrata. Il paesaggio olivicolo è sicuramente molto caratterizzante per l’Umbria e non a caso, anche nel PSR abbiamo previsto interventi a favore degli olivi intesi proprio come elemento identitario del paesaggio locale.”.

La regione dell’Umbria potrebbe, così diventare la prima regione ad aver riconosciuto come sito Unesco un paesaggio olivicolo, visto che di recente sono stati inseriti solo paesaggi legati al vino, dalle Langhe a Pantelleria.

La Presidente della Regione, ha quindi sottolineato come il WTE Unesco sia “un’occasione importante di valorizzazione e promozione del territorio e di concreto sostegno agli operatori turistici della regione, che in sei anni ha incrementato sempre più la sua rilevanza, tanto che gli stessi operatori hanno spinto per mantenerlo. Del resto, il turismo connesso ai siti Unesco è un turismo culturale e responsabile, quindi qualificato, a cui dobbiamo rispondere con un’offerta sempre più puntuale, tanto più oggi –ha concluso- che come risulta dai dati del 2015, il turismo è tornato a dare un contributo importante all’economia della regione”.
Scopo del salone WTE Unesco, Le Eccellenze dell’Umbria è proprio il rafforzamento dell’attuale posizionamento dell’Umbria, in termini turistici, sui mercati europei ed extra europei, con particolare attenzione ai Paesi BRIC (Brasile, Russia, India, Cina). In quest’ottica si pone, dunque, la collaborazione stretta di recente con la Business Unit Turismo TTG Italia di Rimini Fiera, società leader nella comunicazione e nei servizi per il settore turistico esclusivamente nel business-to-business, per portare nella regione buyer turistici internazionali.

WTE Unesco Eccellenze dell’Umbria è realizzato con il patrocinio e il sostegno della Regione dell’Umbria, del Comune di Spoleto, del Comune di Assisi e della Fondazione Cassa di Risparmio dell’Umbria.

WTE Unesco

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*