Priori in mostra, 40 anni di associazione, parla Antonio Russo

L’aria che si respira in Santa Maria degli Angeli è quella già della festa con il nuovo anno proprio nel mese di gennaio che rappresenta il fulcro della celebrazione laico-religiosa e del folklore

Priori in mostra, 40 anni di associazione, parla Antonio Russo

da Lorenzo Capezzali
SANTA MARIA DEGLI ANGELI – Il Piatto di Sant’Antonio va avanti anzi raddoppia con la nuova collocazione della Villa dei Priori presso l’area Villa Cherubino di Santa Maria degli Angeli con molto seguito di commenti tra i Priori e la gente è il museo istituzionale a farla da padrone nel Palazzo del Capitano del Perdono. L’occasione di questa taverna da modo ai Priori entranti di presentare il nuovo gazzettino, un house organ di fresco conio per dare alla collettività il percorso e i cenni storico-letterari del Piatto sotto il profilo della comunicazione.

“Nel 1978 per tutelare la Festa del Piatto e per evitarne la contaminazione con iniziative discutibili e per dare continuità al servizio – osserva il presidente associazione dei Priori del Piatto Sant’Antonio Abate, Antonio Russo –  nacque l’associazione dei Priori così come oggi la conosciamo perché non c’è futuro senza passato.

Per questo motivo è compito di tutti i Priori credere nelle tradizioni per tramandarli ai giovani, valorizzando la festa del Piatto ed esaltarne i valori morali in essa contenuti come la socializzazione, la carità, l’umiltà, l’altruismo  con un occhio al futuro.

“Priori ….in mostra – 150 anni di anni di tradizione…40 di associazione” rappresenta tutto questo e non solo come contenitore di ricordi, storia e passioni degli angelani per gli angelani  e per tutte le persone che vorranno vivere con l’Associazione questo evento”.

L’aria che si respira in Santa Maria degli Angeli è quella già della festa con il nuovo anno proprio nel mese di gennaio che rappresenta il fulcro della celebrazione laico-religiosa e del folklore così come è stato negli anni passati tra Priori uscenti e Priori entranti.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*