Giunta Assisi, Rino Freddii, LS, attacca Sindaco Proietti

ESECUTIVO RISPONDE A LOGICHE POLTICHE NON A ESIGENZE CITTADINI

Giunta Assisi, Rino Freddii, LS, attacca Sindaco Proietti
Rino Freddii Lunghi Sindaco

Giunta Assisi, Rino Freddii, LS, attacca Sindaco Proietti  Nessuna sorpresa, quindi, nella nomina della Giunta, ma la logica conseguenza di quanto emerso in campagna elettorale, e cioè la diffidenza che Stefania Proietti nutre sia nei confronti dei partiti tradizionali sia sulle reali capacità amministrative dei candidati che l’hanno sostenuta. Se in un primo momento con la parola magica “rinnovamento” è riuscita a nascondere ai più le contraddizioni presenti nello schieramento di centrosinistra, ora che bisogna governare tutti i nodi vengono al pettine. Premesso che conosco solo due dei cinque assessori nominati, e non escludo (anzi me lo auguro) di essere smentito a breve con atti concreti, credo che la Giunta risponda più alle esigenze politiche di pochi che non a quelle amministrative di tutti i cittadini.

Due soli assessori al PD, l’inserimento dell’ondivaga Travicelli, la mancanza di un rappresentante dei Cristiano Riformisti, un assessore esterno, sono la prova provata che il neosindaco, diffidando degli alleati, ha voluto garantirsi almeno quattro voti in Giunta, visto che in Consiglio Comunale è PD-dipendente e quindi non sufficientemente tutelata. Queste scelte evidentemente non le hanno consentito una distribuzione ottimale degli incarichi, ecco perché, unico caso in Italia, ha deciso di tenere per sé numerose e pesanti deleghe.

Dubito che il Primo Cittadino riesca a seguire direttamente con la dovuta efficienza Bilancio, Personale, Urbanistica, Lavori pubblici, Servizi operativi e Piano Regolatore, anche con la collaborazione (credo gratuita) di tre insigni consulenti; quindi, per il bene di Assisi, auspico che faccia un passo indietro e affidi agli Assessori che ritiene validi (se ci sono, altrimenti li cambi) anche deleghe di primo piano. Buon lavoro. da Rino Freddii Lista Lunghi Sindaco

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*