Assisi, Calendimaggio, un sogno infinito di speranza a colori

Calendimaggio, presentate le dieci Madonne Primavera 2017
Calendimaggio

Quando i poetici tramonti di Assisi, nel preludio di primavera, sono avvolti dai suoni “lontani” dei tamburini, dalle trepidanti e sottese note dei cori in prova, dai rumori creativi delle botteghe artigiane e delle sartorie; quando, nella notte, celati nel sogno di Calendimaggio, si vedono “sciamare” gruppi di giovani e persone mentre provano, quando nel cuore si sente il ritorno interiore della piena speranza, solo allora é Calendimaggio. Festa di Calendimaggio.

L’inverno é passato mentre nei luoghi più nascosi, dalle pietre rosa di Assisi, si costruivano idee creative, spazi immaginari, copioni, disegni e bozzetti, brani di scene e cortei, atmosfere musicali che ora escono liberi, incontro alla primavera, provocando le emozioni di una scoperta meravigliosa.

In realtà “intelligenze e mani creative”, di notte in inverno, quando il silenzio consente ai luoghi di “farci sentire” l’anima di Assisi, hanno lavorato per mesi, mettendo insieme generazioni di persone che, con il senso di comunità, ritrovano i valori essenziali della vita.

Non é possibile descrivere il Calendimaggio di Assisi, non é possibile raccontarlo, non é possibile viverlo pienamente, tante sono le “emozioni a colori” che emana, non é possibile sognarlo, tante sono le dimensioni dell’immaginazione, forse é solo possibile “percepirlo in lontananza” come un fuggevole evento fra percezione materiale e immateriale.

Di fronte ad una storia che riemerge, con persone e costumi tornano ad “essere” ben oltre il recitare “nella scena della città”, tutto sembra, almeno per un attimo, meno importante e meno essenziale.

Nell’anno 2014, lungo il cammino teso a migliore le sedi e la logistica, l’organizzazione e la fruizione della festa, la promozione della candidatura a patrimonio mondiale UNESCO con la speranza di diventare capitale europea della cultura 2019 (con Perugia, Assisi e le città dell’Umbria), il Calendimaggio ritorna fra noi per dirci che il bene e il bello dimoreranno nei nostri cuori tesi a “ricolmare di vita la vita”.

Buona festa Presidente e Ente Calendimaggio, buona festa Priori Maggiori e Portaioli tutti, buona festa Assisi: un piccolo punto fra cielo e terra, spazio e tempo che brilla di luce nel cosmico spazio in linea con il ruolo che la storia ha assegnato alla Serafica. Auguri e grazie per il dono che ci avete fatto: farci conoscere e amare questi luoghi e questa festa senza confini di bellezza.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*